Mi ha chiesto di uscire ma non mi scrive

Mi ha chiesto di uscire ma non mi scrive… è capitato a tutte noi. Cosa si fa in questi casi? Ecco la guida definitiva per gli appuntamenti non confermati!

Mi ha chiesto di uscire ma non mi scrive, ecco tutto quello che dovete assolutamente sapere per gestire gli appuntamenti non confermati!

Spesso capita che un uomo chiuda una conversazione dicendoci cose del tipo: “Allora ci vediamo questo fine settimana!”. E, così, noi restiamo sospese ad aspettare un invito che forse – anzi, molto probabilmente – non arriverà mai.

Ci rifiutiamo ostinatamente di metterci d’accordo con le amiche, di fare progetti e… arriva la domenica sera! E noi siamo rimaste chiuse in casa a maledirci e a maledirlo per aver sprecato un week-end senza fare niente.

E questo potrebbe essere il migliore dei casi perché non ci siamo esposte e non abbiamo fatto nulla. Quando ci sono appuntamenti non confermati è molto probabile che alla fine lo abbiamo chiamato noi per rivendicare un in risposta abbiamo ricevuto un bel palo in piena fronte!

Ma come ci si comporta quando mi ha chiesto di uscire ma non mi scrive? Quali sono le regole da seguire per gestire gli appuntamenti non confermati? Che atteggiamento bisogna avere?

L’approccio giusto!

Mi ha chiesto di uscire ma non mi scrive

Se siete nel pieno mood Mi ha chiesto di uscire ma non mi scrive quello che dovete fare è semplicissimo!

Non avete deciso luogo e orario del vostro incontro? Ok, allora bisogna capire che NON avete un appuntamento! Questo non dovrebbe valere solo per i potenziali Mister Giusto, ma anche per le amiche, i parenti, i colleghi di lavoro e tutto il resto.

Con un’amica o un collega, però, se avete un mezzo accordo per vedervi il sabato pomeriggio per un caffè o un aperitivo di giovedì sera, potete tranquillamente chiamare e definire. Con gli uomini interessanti, invece, non funziona così.

Se lui vuole davvero vedervi – e non ha detto una cosa tanto per – fidatevi che chiamerà e fisserà un incontro. Non c’è nessun bisogno che lo facciate voi!  A meno che non vogliate apparire troppo interessate (e/o disperate). In questo caso, però, non state seguendo Il Metodo per cui vi devo tirare le orecchie!!!

A tutte capita di incappare nel “Mi ha chiesto di uscire ma non mi scrive“. L’importante è riconoscere subito di esserci dentro. Altrimenti il rischio di commettere qualche errore fatale è davvero altissimo!

Cosa fare se sparisce

Mi ha chiesto di uscire ma non mi scrive

Se volete uscire dalla modalità Mi ha chiesto di uscire ma non mi scrive ecco tutta una serie di regole d’oro che dovete assolutamente adottare!

Per evitare di restare in sospeso tutto il fine settimana datevi delle scadenze e rispettatele: Se vi chiama il venerdì mattina per uscire quella stessa sera dovete declinare l’invito – anche se desiderate uscire con questo tizio più di un buono regalo di 3.000 € da spendere da Chanel – perché siete già impegnate.

In generale dovete SEMPRE declinare gli inviti che arrivano a meno di 24 ore dall’ipotetica uscita. Ricordatevi che siete donne dinamiche e impegnate, uscire con voi non è scontato come il latte che sta per scadere al supermercato! QUI trovate tutte le regole se vi chiede di uscire all’ultimo.

Non abbiate paura che se non vedrà voi, allora, incontrerà la donna della sua vita e voi avrete perso l’unica occasione di essere felici. Tranquillizzatevi e pensate solo che prima di invitarvi di nuovo a uscire si impegnerà di più, perché chi ha perso un’occasione è lui, non voi. Per conquistare un uomo a volte è meglio stare da sole una sera piuttosto che accettare un invito all’ultimo minuto.

È ovvio che se non arriva una sua chiamata entro il venerdì alle 12 dobbiate ritenervi libere tutto il week-end, per cui organizzatevi e uscite con le vostre amiche, chissà che proprio in quell’occasione non incontriate il vostro Mister Giusto, che saprà chiedervi un appuntamento con il dovuto preavviso!

Ps. se vuoi approfondire l’argomento e magari capire perché non ti invita a uscire clicca QUI.

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e i due figli Penelope e Ciro a Napoli. È autrice di diversi manuali di consigli d'amore tra cui i popolarissimi Il Metodo e Sos Ex e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.