La storia di Alessandra – Amici o altro? Una scelta difficile

Ed eccoci a un nuovo appuntamento con la storia di Alessandra: nello scorso episodio (che potete rileggere cliccando QUI), avevamo lasciato la nostra eroina davanti a una decisione davvero difficile. Dopo anni e anni in cui aveva visto Michele solo come un buon amico, si era resa conto di provare dei sentimenti forti, ma come tutte le ragazze che si trovano invischiate in queste situazioni ha cercato di salvare capre e cavoli, ma purtroppo non si può fare.

Capra_e_cavoli_ChezMadeleine

Non mi stancherò mai di ripetere che quando iniziamo a desiderare – nel senso dei ‘4 salti in padella’ del termine – un amico, questo non è più tale e davanti a noi abbiamo solo due alternative: soffocare questo tipo di sentimenti, aspettando e sperando che passino, oppure smetterla di cercare di salvare il rapporto e iniziare a interagire con lui esattamente come faremmo con un potenziale Mister Giusto.

Quando misi Alessandra di fronte a questa scelta mi aspettavo esattamente la reazione che ebbe: confusione totale! Mi scriveva quasi ogni giorno dicendomi cose diametralmente opposte. La mattina non era disposta a sacrificare anni di intensa amicizia per un sentimento leggero e probabilmente fugace, la sera, invece, lo aveva visto mentre baciava sotto casa la tizia che frequentava e stava malissimo.

Confusione_ChezMadeleine

Così passarono un paio di settimane durante le quali Alessandra sbandava tra il “non sono pronta a perdere il mio migliore amico e sto malissimo” e il  “farò tutto quello che mi dirai pur di conquistarlo”.

Ecco questo è l’atteggiamento peggiore per conquistare un uomo, anche e soprattutto se parliamo di una persona così tanto importante per voi – lo ripeto spesso e ormai dopo anni da blogger certe cose le ho dette fino alla nausea, ma fa sempre bene ribadirle – per arrivare al vostro risultato dovete avere prima di tutto obiettivi chiari, così da poter stabilire strategie vincenti (QUI il post in cui ne avevamo già parlato). Fino a quando sbanderete, oscillerete e non sarete sicure, non andrete da nessuna parte!

Per fortuna in questa fase Alessandra ha avuto un atteggiamento piuttosto neutro: è rimasta reclusa in casa e si è dedicata ad altri interessi per cercare di tenere la mente impegnata e soprattutto per restare alla larga da Michele. Quando lui la chiamava lo ascoltava qualche minuto, poi troncava le telefonate con le scuse che io predico di usare in questi casi (cliccate QUI per fare un ripassino in materia), anche perché – fortunatamente – odiava ascoltare tutti i dettagli delle sue avventure sentimentali con quell’altra!

Poi è arrivata la sua mail decisiva, aveva preso la sua decisione… una sera, non potendo più rifiutarsi di uscire con i suoi amici, era andata in discoteca e vederli insieme felici e coinvolti le aveva fatto capire definitivamente da quale parte pendeva di più la bilancia!

Bilancia_ChezMadeleine

Di questo, però, parleremo nella prossima puntata de La storia di Alessandra!

N.B. Foto prese da internet.

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.