Quali sono i segnali di una relazione tossica?

Come si distingue una storia sana e funzionale e invece quali sono i segnali di una relazione tossica? Una di quelle storie che non ci fanno fanno bene e che forse è il caso di tagliare? Scopriamolo insieme!

Partiamo da una premessa in questo articolo non stabiliremo se una storia d’amore può essere definita disfunzionale e pericolosa ma ci concentreremo su quali sono i segnali di una relazione tossica.

Ergo ci concentreremo sui campanelli d’allarme che potrebbero aiutarci a capire se quella che stiamo vivendo è una storia sana oppure no.

Se vi rendete conto che i segnali che la vostra storia potrebbe – e il condizionale è d’obbligo – essere tossica il consiglio che vi do è di fermarvi a riflettere. Soprattutto non dovete avere paura di chiedere aiuto.

Vi ricordo che anche noi di MadeleineH.it ci avvaliamo dell’aiuto di psicoterapeuti come la Dottoressa Eva Iori. Per cui se avete bisogno noi siamo qua a vostra disposizione.

Ora, però, concentriamoci su tutti quei piccoli segnali che c’è qualcosa che non va in una storia. Tenete sempre presente che le storie perfette e idilliache non esistono. Anzi forse il peggior segnale è proprio quello di una storia troppo perfetta!

L’amore ci dovrebbe migliorare, non cambiare!

bacio

Quando siamo ragazzine l’ultima persona al mondo che tendiamo ad ascoltare è nostra madre. Eppure sono proprio le mamme che ci danno i consigli migliori, troppo spesso, però, ce ne rendiamo conto anni dopo.

Tra i consigli di mia madre che ho capito quando ero ormai molto grande ce ne è uno che oggi rappresenta forse uno dei pilastri del mio Metodo (clicca QUI per scaricare il mio manuale di consigli d’amore) ce ne è uno in particolare. Un consiglio che oggi per me rappresenta lo spartiacque tra una storia potenzialmente tossica e una potenzialmente sana.

Mia madre sin da piccolissima – 12 o 13 anni – mi ha sempre detto che avrei riconosciuto l’amore vero perché la persona che avrei avuto accanto mi avrebbe in qualche modo migliorata e io avrei fatto altrettanto con lui.

Attenzione non cambiata radicalmente. L’amore non ci fa essere persone diametralmente opposte a quelle che siamo di base. Anzi, se la persona che abbiamo accanto di base ci vuole differenti dovremmo è il caso di fermarci sul serio a riflettere.

L’amore vero, però, ci porta a smussare gli angoli. A mitigare i peggiori aspetti del nostro carattere – e tutti ne abbiamo – e a tirare fuori i  nostri pregi. Se ci sentiamo persone migliori, se notiamo che i rapporti con chi ci è vicino migliorano allora siamo sulla strada giusta.

Tutti quei segnali che non dobbiamo sottovalutare

quali-sono-i-segnali-di-una-relazione-tossica

Detto ciò è utile fare un elenco preciso di tutti quegli aspetti di una relazione che troppo spesso si tendono a ignorare e che invece possono esserci davvero utili per capire che tipo di storia stiamo vivendo.

Teniamo sempre presente che in amore nascondere la polvere sotto al tappeto non serve a niente e che tutti i nodi vengono sempre al pettine.

Ecco a cosa dobbiamo fare sempre attenzione:

  • L’eccessiva competizione. Se notate che il vostro partner è costantemente là a dirvi che lui fa meglio qualcosa e che vale di più non è un buon segno.
  • La costante mancanza di fiducia. Non importa se è perché ci sono dei precedenti o perché ha traumi pregressi o semplicemente perché è fatto così. Senza fiducia non si può costruire nessuna relazione.
  • Non accettare aspetti dell’altro. Amare qualcuno significa amarlo per quello che è. Troppo spesso, invece, vogliamo cambiarlo completamente. Senza rendercene conto voglia accanto qualcuno di diverso rendendo la relazione difficile da vivere.
  • Sminuire l’altro. Se viviamo una storia con qualcuno che non fa altro che sminuirci per esaltarsi fermiamoci. Sicuramente abbiamo a che fare con qualcuno di molto insicuro ma questo non significa che debba minare la nostra autostima costantemente.
  • Sono più i momenti no che quelli sì. In una relazione, si sa, non è mai tutto rose e fiori. Ci sono i bassi e gli alti che è normale che sia. Se questi bassi, però, sono molti – ma molti – più degli altri allora forse la persona con cui stiamo non è quella giusta per noi.

Quali sono i segnali di una relazione tossica – le conclusioni

quali-sono-i-segnali-di-una-relazione-tossica

Per concludere questo articolo su come riconoscere i segnali che di una relazione potenzialmente tossica è importante ricordarvi che questi segnali devono essere importanti e ripetuti nel tempo.

Una battuta estemporanea, anche se poco felice e che vi fa sentire sminuita (a proposito cliccate QUI per leggere il nostro approfondimento) ci sta. Potreste anche voi a farne una senza volerlo.

Se queste battute ci sono tutti i giorni più volte al giorno, allora è il caso di fermarvi.

Così come se sentite che le persone che vi sono accanto e di cui vi fidate – genitori, fratelli, amici, colleghi di lavoro a cui siete molto affezionate – non vedono di buon occhio il vostro partner non ignorateli.

Certo ci può essere il papà geloso irrazionalmente o l’amica che non sopporta le attenzioni che gli date ma se più persone sono caute nei giudizi non abbiate paura di andare fino in fondo.

A volte basta una semplice chiacchierata con uno specialista per togliervi ogni dubbio!

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.