La storia di Elisa, Episodio 10 – Quando riconquistare l’amore è una gran fatica

Ed eccoci all’ultimo sospirato appuntamento con la storia di Elisa – so che l’aspettavate, ma le vacanze di Natale mi hanno distratta un po’ – che avevamo lasciato alle prese con un Riccardo molto più conciliante e soprattutto interessato (QUI il post).

La mia ragazza non riusciva a credere a quanto avere cambiato atteggiamento con il suo ex stesse portando a dei risultati del tutto inaspettati e ricchi di soddisfazioni. Questo, però, mie care, non vale solo per l’amore. Spesso cambiare atteggiamento può portarvi a risultati diversi sia sul lavoro, sia con le amicizie e anche in famiglia. Tornando a noi, quando seguo una ragazza sono sempre sulle spine, il mondo è pieno di tentazioni e so quanto è facile ricadere nelle vecchie pessime abitudine, ma arriva sempre un momento in cui sento che qualcosa è cambiato per sempre, un attimo in cui capisco che tutti i miei insegnamenti sono stati davvero assimilati e per quanto ci potranno essere piccole ricadute o scivoloni, non si tornerà mai più al punto di partenza. Mi è successo con Diana (ve la ricordate? QUI potrete rileggere la sua storia), mi è successo con altre e alla fine per fortuna quel momento è arrivato anche con Elisa.

I giorni passavano veloci ed ero sempre aggiornata sui continui miglioramenti che la mia ragazza faceva in campo amoroso. In qualche mese siamo anche arrivate a ricevere una vera e propria scenata di gelosia, che vi assicuro da Riccardo non ce la saremmo mai aspettata… a volte penso a quanto sia ironico il fatto che conosco così intimamente gente che in realtà non ho mai visto. In ogni caso a Elisa il loro nuovo rapporto piaceva un sacco. Lui la corteggiava e lei si faceva desiderare: a volte uscivano insieme, altre, invece, lei gli dava buca senza dargli troppe spiegazioni. È stato proprio uno di questi bidoni a provocare la gelosia del buon Riccardo, che non si aspettava di perdere il controllo su di lei in questo modo.

Gelosia_ChezMadeleine

Tutto procedeva per il meglio, ma mancava ancora la svolta finale. Per quanto fosse molto attento e presente, non avevamo ancora nessuna garanzia che questa volta volesse davvero impegnarsi come fidanzato. Nella storia di Elisa io sono intervenuta solo negli ultimi tempi, ma stando a quanto mi ha raccontato in passato c’erano già stati momenti in cui Riccardo sembrava stare per capitolare, ma poi non ha mai fatto niente per stabilizzare il loro rapporto.

A mali estremi estremi rimedi. Tutto quello che avevamo fatto aveva portato dei grossi frutti, ma se non davamo la zampata finale, rischiavamo di aver lavorato tanti mesi per nulla. Nella riconquiste – ma in generale anche nelle conquiste – difficilmente le cose si risolvono con il tempo e lasciando le situazioni invariate. Spesso ci vuole un colpo di scena, un evento particolare che porti il vostro reticente Mister Giusto a fare la sua mossa e a dichiararsi. Con quello che oggi è mio marito ho usato la tecnica dell’out out – anzi dell’out e basta – gli ho detto che mi ero innamorata di lui, che rispettavo il fatto che lui non volesse una storia importante – all’epoca era un cialtrone sentimentale come direbbe Bridget Jones – e che per questo non volevo più né vederlo né sentirlo. Lui ha provato a salvare il vecchio rapporto che avevamo, ma io sono rimasta irremovibile, e alla fine lui ha ceduto su tutta la linea e oggi stiamo insieme da 10 anni, di cui 3 di matrimonio e aspettiamo la nostra prima bimba (come vedete conquistare – o riconquistare – l’amore non è facile per nessuno).

Bridget_jones_ChezMadeleine

Da come avevo inquadrato Riccardo, temevo che con il suo carattere una mossa del genere avrebbe creato più danni che altro, così abbiamo escogitato una strategia alternativa. Da un po’ di tempo alcune amiche di Elisa insistevano con l’idea di partire insieme per qualche giorno. Lei, che come tutte le ragazze innamorate, aveva paura di perdere tutto il terreno guadagnato, all’inizio, infatti, era contraria all’idea, ma insieme capimmo che cambiare aria per un po’, poteva essere la mossa vincente.

Così si mise d’accordo con tre sue amiche e insieme trovarono un pacchetto molto conveniente per volare qualche giorno a Tenerife. Avrebbe dovuto raccontare a Riccardo semplicemente che partiva con un gruppo di amici – senza specificare se tutte femmine o se ci sarebbero stati anche dei maschi – ma oltre alla data di partenza e quella di arrivo non avrebbe dovuto aggiungere altro. Se lui avesse protestato o cercato di indagare un po’ troppo, Elisa si sarebbe dovuta limitare a rispondergli con un sorriso che non erano affari suoi, perché mica era il suo fidanzato.

Riccardo la prese malissimo, tanto che tagliò tutti i contatti. Lei era di nuovo insicura e timorosa, ma non era il momento di essere deboli, e – nonostante lei non volesse più partire – grazie alle sue amiche fu messa su quel benedetto aereo. Poco prima che si imbarcasse la rassicurai e le ricordai quello che doveva fare con lui durante i giorni di vacanza: non scrivergli mai, ma limitarsi solo a brevi risposte, nel caso si fosse fatto vivo lui, nono mostrandosi offesa per la mancanza di messaggi degli ultimi tempi.

Tenerife_ChezMadeleine

Il soggetto in questione era particolarmente orgoglioso e così non si fece sentire per tutto il periodo che Elisa era a Tenerife. Lei mi scrisse giusto un paio di volte, solo per dirmi che la vacanza procedeva bene, ma che Riccardo le mancava parecchio. Io non ero preoccupata, anzi, lui non se la sarebbe presa tanto, se non avesse provato qualcosa di forte per la mia ragazza. Bisognava solo mantenere il punto perché  risultati erano molto vicini.

Giusto un paio di giorni dopo il suo ritorno Elisa ricevette una visita a sorpresa. Era Riccardo, che dopo averla ignorata anche all’università, voleva chiarire. Quando ci sentimmo dopo questo incontro, lei mi confidò che era parecchio spiazzata, non avevamo previsto questa mossa, e lei aveva paura di fare qualche cretinata. Per fortuna lei rimase impassibile e quando lui iniziò tutta la sua sfilza di domande, lei gli ribadì il concetto che non essendo fidanzati lei non gli doveva nessuna spiegazione.

E fu così che Riccardo le dichiarò il suo amore e le disse senza mezzi termini che lei era la sua donna e che doveva dargli tutte le spiegazioni che lui pretendeva. Ora io su questo punto preciso mantengo qualche dubbio – come spesso ripeto in una relazione anche lunga e stabile un pizzico di mistero ci vuole sempre – ma sapevo di aver portato a casa un grande risultato.

Oggi Elisa vive felice e contenta con Riccardo e insieme fanno tutte quelle cose da coppietta che a lui prima facevano venire l’orticaria solo a pensarle. Sono ancora molto giovani per cui chissà cosa sarà della loro storia, ma sono certa che anche se si dovessero lasciare, la mia ragazza non dimenticherà quanta fatica costa riconquistare l’amore!

A me non resta altro da fare che darvi appuntamento al mese prossimo con una nuova storia e una nuova protagonista, tutta da scoprire!

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.