Perché i casi umani tutti a me?

Perché… perché… perché i casi umani tutti a me? Cerchiamo di capirlo insieme…

Oggi cerchiamo di capire perché i casi umani tutti a me! Non fate quelle facce perché vi vedo che sbuffate. Scherzi a parte credo che a tutte noi, specie se siamo single da anni, sia capitato un periodo in cui sembriamo aver ingoiato una specie di calamita.

Una calamita per persone che sembrano tutte uguali, fatte con la carta carbone. Ecco qua i famigerati casi umani. Quelli che sembrano promettere al meglio e invece niente sono un bluff.

Quelli che non si sa quello che vogliono, che magari hanno una ex ingombrante nascosta nell’armadio o peggio una mamma invadente. Insomma non c’è limite al peggio e non c’è limite a quello che possiamo incontrare nella nostra ricerca di Mister Giusto.

La domanda, però, che dovremmo porci è un’altra. Sono davvero loro il problema o sono io? Con questo non sto dicendo che siamo sbagliate noi, no. Solo che è importante capire che siamo noi le responsabili per la nostra vita sentimentale e nessun altro!

Cosa cerchiamo e cosa vogliamo!

casi-umani-tutti-a-me

Prima di tutto è importante spiegare in che modo siamo noi ad attirare i famigerati casi umani. Spesso pensiamo di sapere cosa vogliamo in amore. Probabilmente dopo un lungo periodo da sole vogliamo una relazione con tutti i crismi.

E per relazione con tutti i crismi intendo fare tutte quelle cose che fanno sempre le coppie. Andare all’Ikea insieme il sabato mattina, al cinema, tra parentesi quando si potrà, a cena o a casa dei parenti la domenica a pranzo.

Poi, però, al dunque non siamo attratte dal tipo d’uomo serio e pronto per darci quello che vogliamo. No, quello è noioso e non ci piace. Noi vogliamo redimere lo stronzo! E che succede se lo stronzo non si redime? Se sembra volerci dare quello che vogliamo ma al dunque si tira indietro? Ecco…

Forse prima di criticare quello che cerchiamo dovremmo concentrarci su quello che vogliamo davvero. Soprattutto dovremmo accettare che spesso la persona che vogliamo non è compatibile con la storia che vogliamo. Lo so che è brutto ma dobbiamo accettarlo e farcene una ragione!

I casi umani, quelli veri!

casi-umani-tutti-a-me

Va detto, però, che una buona quota di casi umani, mie care, tocca a tutte. E questo non è necessariamente un male. A tutte noi nella vita succederà di conoscere una persona che si rivelerà molto diversa dalle premesse.

Proprio su questo sito trovate un lungo elenco di casi umani: insicuri, traumatizzati, traditori seriali e chi più ne ha più ne metta. Insomma sono tante le categorie di maschi tremende che possiamo incontrare… o che probabilmente abbiamo già incontrato!

Per quanto ci sforziamo di evitarli ci sbattiamo la testa ugualmente. L’importante, però, è riuscire a vedere i casi umani che ci capitano come positivi? In che modo? Semplice, qualsiasi storia viviamo, anche quella che ci sembra più inutile, in realtà ci serve per fare esperienza.

In primis dopo un po’ che ci sbattiamo la testa, dovremmo riuscire a riconoscerli i casi umani. E questo già è un primo asso importante. Secondo poi c’è sempre qualcosa che possiamo imparare anche dal peggiore dei maschi. Su di loro, certo ma anche su di noi!

In conclusione i casi umani esistono. Un po’ siamo noi ad attrarli, un po’ ci toccano. L’importante è accettarli con un sorriso e cercare di imparare sempre la lezione che ci viene proposta dal destino!

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.