Se non mi vuole…

Se non mi vuole… è colpa mia. Questo me lo dite sempre, quando mi scrivete alla posta del cuore e non solo.

Che succede nella nostra testa se lui non mi vuole… succede sempre la stessa cosa: che pensiamo tutte di essere il problema. Se non mi vuole allora è sempre colpa mia. Sono io che sbaglio tutto, che non ti piaccio abbastanza o che peggio che non sono abbastanza.

Invece no, non è così. E provo in questo post è a spiegarvi perché.

Il problema delle relazioni virtuali.

Se-lui-non-mi-vuole
Faccio un passo indietro. Come sappiamo il lock-down e la quarantena hanno fatto fiorire tantissime relazioni virtuali.

La solitudine e la noia del periodo che abbiamo appena passato hanno fatto sì che spesso abbiamo trovato compagnia sui social e adesso che la fase due è in atto e che si può uscire (ovviamente sempre con le dovute precauzioni) le cose iniziano a farsi difficili.

I messaggi iniziano a diradarsi e di appuntamenti nemmeno a parlarne. E qual è la nostra reazione? Di crocifigerci, di pensare che siamo noi il problema, che sicuramente abbiamo sbagliato qualcosa a livello di tattiche.

Errore… perché sulle relazioni virtuali vi abbiamo già detto tantissimo. La confidenza che avete avuto per messaggi o magari al telefono vi illude che esita qualcosa e ovviamente quando questo qualcosa non si conclude pensate di aver sbagliato qualcosa, invece no. Soprattutto nelle relazioni virtuali non sempre è così, anzi.

Adesso concentriamoci sugli ex

Se-lui-non-mi-vuole

Discorso diverso, eppure simile, lo dobbiamo fare se parliamo di ex. Quando veniamo scaricate, non importa se dopo anni o dopo poco, la reazione è sempre una – e una soltanto – la colpa è solo mia.

Siamo state tradite? La colpa è mia. Ha smesso di amarmi? La colpa è mia.

Potrei continuare a fare migliaia di esempio ma credo che il concetto sia abbastanza chiaro. Se lui non mi vuole più, allora devo cambiare e gli devo in tutti i modi fargli capire quanto e come sono cambiata.

Sbagliatissimo… quando veniamo scaricate c’è solo una cosa da fare.

Se lui non mi vuole… cosa fare!

Se-lui-non-mi-vuole

Quando ci rendiamo conto che la persona che è nel nostro cuore non ricambia i nostri sentimenti non è mai facile. Si scatenano delle emozioni forti che non sempre riusciamo a controllare, eppure dobbiamo farlo.

È davvero importante che quando ci rendiamo conto che lui non ci vuole di prenderci un attimo. Un attimo in cui dobbiamo fare un lavoro che a noi donne piace davvero poco. Dobbiamo valutare con lucidità la situazione.

Cosme si fa? Dobbiamo per qualche secondo, mettere i nostri sentimenti a tacere. Capire che dobbiamo uscire dalla nostra storia e guardarla con occhio critico e obiettivo. Se non riusciamo da sole possiamo rivolgerci a quell’amica che ci dice sempre la verità o scrivere a La Posta del Cuore.

Ricordatevi che una valutazione obiettiva è davvero il primo passo per la riconquista. Se le cose non sono andate può essere davvero che sia per delle vostre responsabilità, così come no. Ricordatevelo sempre!

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.