La storia di Alessandra, Episodio 1 – La prima richiesta di aiuto

Dopo le avventure di Elisa che si sono concluse con il tanto sospirato lieto fine (QUI il post), oggi ci occupiamo di un nuovo caso studio che spero sarà utile a molte di voi. Iniziamo, infatti, a parlare della storia di Alessandra e di come si sia perdutamente innamorata di Michele, il suo migliore amico.

Alessandra e Michele sono vicini di casa, abitano nello stesso complesso di case in una grande città del sud Italia, sin da piccoli, siccome hanno solo un paio di anni di differenza, hanno giocato insieme nel giardino del loro comprensorio e la loro amicizia è durata, stretta e solida, anche dopo, quando sono cresciuti. Negli anni lei aveva avuto dei fidanzati e lui diverse storie importanti, ma non si erano mai persi di vista…

Bambini_ChezMadeleine

L’anno scorso erano entrambi single e spesso gli capitava di uscire insieme e di passare le serate in giro per locali, come tanti ragazzi della loro età (Alessandra ha 25 anni e Michele 27). In una di quelle serate in discoteca, però, qualcosa cambiò per sempre nel loro rapporto. Lei era decisa a combinare un incontro amoroso tra Michele e una sua amica appena uscita da una storia disastrosa. Trovava la sua idea geniale, perché secondo lei i due sarebbero stati una coppia davvero bene assortita.

Peccato che quando li vide flirtare qualcosa dentro di lei cambiò: era gelosa!

All’inizio fece finta di niente e diede la colpa al troppo alcool bevuto quella serata, cercò, quindi, di dimenticare quella spiacevole sensazione; quando, però, due giorni dopo la sua amica la chiamò per raccontarle che Michele l’aveva invitata a cena, la gelosia tornò prepotente a farsi sentire. Alessandra fece di nuovo finta di niente e incoraggiò l’amica – che a dire il vero non era troppo entusiasta, vista la fine recentissima della sua precedente storia – a uscire con lui e a godersi la serata.

discoteca_ChezMadeleine

A peggiorare ancora di più la situazione ci pensò Michele, che la chiamò tutto felice per raccontarle di quanto gli piacesse questa ragazza e di come fosse contento di quell’iniziativa che li aveva fatti conoscere. Lei tenne botta, fece di nuovo finta di niente e ripeté varie volte a se stessa che non poteva essere gelosa del suo migliore amico… anzi, forse era assolutamente normale che fosse tanto infastidita per le attenzioni di lui per un’altra. Negli ultimi periodi, infatti, erano entrambi single e avevano passato molto tempo insieme, per cui la sua non era gelosia, ma solo paura che qualcosa potesse cambiare nel loro rapporto.

Gelosia_ChezMadeleine

La sera della tanto attesa cena tra Michele e la sua amica, Alessandra stette malissimo e decise di contattarmi per raccontarmi del suo problema. La sua prima mail fu quasi comica, perché cercava in tutti i modi di spiegarmi che lei non era assolutamente innamorata di lui; in pratica voleva che io le confermassi che il suo fastidio era fisiologico e che in realtà non provava niente per lui. Ammetto, ci ho messo davvero tanto per rispondere a quella richiesta di aiuto, perché non era facile trovare le parole adatte per farle capire che in realtà lei sì, di Michele era proprio innamorata e che più avrebbe negato questa realtà, più tempo avrebbe perso inutilmente.

A quella mia mail Alessandra non rispose nemmeno, ma le mie ragazze sono un po’ come gli uomini… tornano tutti e tornano sempre!

Ma di questo parleremo nel prossimo episodio della storia di Alessandra.

N.B. Foto prese da Internet.

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

12 Commenti
  1. Ciao Madeleine, ho letto con interesse i 2 “casi” precedenti e volevo chiederti, ma secondo te, ne vale la pena mettere in pratica il metodo, forzare la situazione, riuscire a conquistare un ragazzo che per due anni ci ha trattate male come nel caso di Elena?? Non è meglio mettere quelle energie nel voltare pagina e trovare u ragazzo nuovo che ci apprezzi da subito?

    1. Ciao Laura, questa è una domanda difficile a cui però non sta a me rispondere. Elena credeva molto in questo rapporto, io avrei mandato al diavolo Riccardo da quel dì, ma ognuno è diverso e le scelte sono molto personali. Nel nostro lungo percorso insieme io le ho più volte chiesto se lei fosse sicura di voler continuare e lei non ha mai avuto dubbi, ma questo è il suo percorso per altre la vittoria è capire che si può voltare pagina…

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.