Se lui è timido…

Se ci piace qualcuno che non è il massimo dell’espansività e fa fatica ad approcciarsi non è per niente facile. Se lui è timido che si fa? Come si prova a conquistare?

Se lui è timido e state cercando di conquistarlo, ve lo dico subito, è un bel problema. Eh già, perché le persone particolarmente riservate e che faticano a fare la prima mossa possono mandare al manicomio chiunque.

Fateci caso… nei romanzi d’amore – e io che li scrivo lo posso dire forte – gli eroi sono generalmente di due tipi:

  • Il bello e dannato
  • Il timidone

Il bibliotecario impacciato, il collega silenzioso, l’amico imbranato sono personaggi tipici dei libri o dei film d’amore. Dietro agli occhiali può nascondersi un mondo che, però, non è accessibile a tutti, anzi!

Questo per farvi capire quanto può essere complicato captare i segnali di un timido, studiare le sue mosse e rendersi conto se il nostro interesse è ricambiato oppure no. Paradossalmente è molto più semplice conquistare uno stronzo che il suo esatto opposto!

La prima mossa…

Se-lui-e-timido

Il più grande problema che sicuramente incontrerete è proprio quello del primo approccio. Se lui è timido potete anche aspettare anni che lui si faccia avanti!

Per questo dovete rinunciare?

Assolutamente no! Solo che dobbiamo renderci conto di qualcosa che facciamo davvero fatica ad accettare. In amore non è possibile muoversi sempre con il paracadute. Non possiamo sempre pensare di non farci male ed evitare qualsiasi forma di rifiuto.

Non possiamo piacere a tutti e a volte dietro a un’eccessiva timidezza si nasconde del semplice disinteresse. Vero. Facciamocene una ragione e andiamo avanti.

Tutto questo preambolo per dire che l’onere della prima mossa spetta a voi ma attenzione. Se avete a che fare con un timidone mai essere troppo dirette. Lasciategli un bigliettino sulla macchina, o scrivetegli in direct su Instagram. Fategli capire che v’interessa e poi lasciate a lui il gioco.

E dopo?

se-lui-e-timido

Siamo chiare. Ho detto che con uno timido spetta a voi il compito di fare la prima mossa. Solo la prima. Non è che per sopperire alla sua timidezza dovete dimenticare Il Metodo e fare tutto voi, perché non è questo il senso del post!

Una volta che gli avrete palesato il vostro interesse il pallino del gioco sarà nelle mani di lui. E dovete essere pronte anche al fatto che lui non farà un bel niente. A questo punto fatevene una ragione e avanti il prossimo. I veri problemi d’amore sono altri e lo sappiamo bene!

Se, invece, lui vi risponderà positivamente e magari vi proporrà un appuntamento ricordatevi di procedere con i piedi di piombo. Lo so bene che quando ci piace qualcuno, noi ragazze ci facciamo prendere dall’entusiasmo. Basta davvero poco per sentirci fidanzate e voler definire una relazione.

Avere a che fare con un timido vi farà sospirare le tappe naturali di ogni relazione. Ci vorrà del tempo prima che definisca la relazione o vi presenti i genitori. Anche per sentirsi dire il tanto agognato Ti Amo ci vorrà un po’, così come per la proposta di matrimonio o una convivenza.

Lo so bene che non è il massimo. Eppure amare qualcuno significa accettarlo così com’è. Se la timidezza non è una caratteristica che contemplate nel vostro Mister Giusto, allora forse è il caso di non imbarcarsi proprio con un timido.

Ricordate il discorso di innamorarsi di qualcuno e poi volerlo cambiare?

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.