Per spiegare il Metodo, parliamo di un nuovo caso concreto: la storia di Elisa.

Da quando questo blog ha iniziato a dispensare consigli amorosi ho conosciuto tante persone, ce n’è una particolare a cui in questi mesi mi sono particolarmente affezionata. Lei si chiama Elisa, ha 25 anni ed è all’ultimo anno di università. La sua storia è quella di tante ragazze della sua età, al liceo aveva un fidanzatino con cui però è finita una volta che ha deciso di andare a studiare lontano da casa. Ed è proprio due anni fa che Elisa ha conosciuto il suo Mister Giusto, anche se, ed è ovvio visto che si è rivolta a me, le cose tra loro non sono mai andate bene.

Università

Una tira e molla che quando ho iniziato a scrivermi con Elisa durava da quasi due anni e che avevano portato la mia ragazza sull’orlo di una crisi di nervi. A differenza con quanto accaduto con Diana, con la storia che si evolveva man mano che scrivevo, qui ormai i giochi sono fatti per cui mi dovrò semplicemente limitare a raccontarvi quanto accaduto negli ultimi mesi.

I primi contatti tra me ed Elisa sono stati ad agosto, quando lei era in vacanza e non riusciva a godersi il sole e il mare, perché oltre a dover studiare per gli esami aveva il terrore di rivederlo una volta tornata in città. Come sempre in questi casi mi sono fatta raccontare tutto per filo e per segno e ho scoperto che quella tra lei e Riccardo era una storia fin troppo comune. Sì lo so che siamo tutte convinte che i tizi di cui siamo innamorate siano unici e diversi da tutti gli altri, ma la verità è che gli uomini sono tutti uguali… tutti nessuno escluso, anche papà e fratelli.

Vacanze brutte

Lei all’inizio si era negata perché lo reputava un farfallone, lui allora si era incaponito a corteggiarla e quando lei è capitolata e già sognava la navata addobbata della Chiesa del suo paese, il vestito da meringa e tre bambini con i boccoli biondi lui ci ha provato con un’altra. Dopo di che lei è sparita una prima volta, ma solo perché era troppo sconvolta anche per andare a lezione, e questo sulle prime ha portato i suoi frutti, ma le cose non sono andate nel migliore dei modi. E da là è partita una serie di lascia e prendi che è durata fino all’inizio dell’estate, quando lei esasperata dalle continue umiliazioni che lui le infliggeva ha deciso di vomitargli addosso tutto il suo odio per poi tornarsene a casa sua, sperando che il cambio di ambiente le potesse giovare.

Tornare a casa_instant

Errore.

Perché più passavano i giorni, più lei era terrorizzata dall’idea di doverlo incontrare a settembre, frequentando gli stessi corsi le possibilità che si incontrassero prima agli esami e poi a lezioni erano altissime. Io ero abbastanza perplessa, dai racconti di Elisa Riccardo mi pareva un verme e non capivo proprio perché lei volesse a tutti i costi riprenderselo e non riuscisse a voltare pagina. Come prima cosa le consigliai di non collegarsi più sul suo profilo Facebook, doveva smetterla di guardare tutte le foto che lui si faceva al mare con gli amici e non solo… e la supplicai di non aprire WhatsApp con lo scopo vedere se lui era collegato, se aveva cambiato immagine del profilo o se peggio ancora per caso le stesse scrivendo.

Spegni il telefono_instant

Anche perché non le avrebbe scritto, per il momento almeno, poi con il mio aiuto le cose sarebbero sicuramente cambiate. Come? Beh non vi resta che aspettare il prossimo episodio de La storia di Elisa per scoprirlo 😀

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.