Se lui non vuole il secondo figlio

Gestire i problemi legati alla genitorialità non è facile per una coppia. Ne parliamo oggi in questo nuovo appuntamento della Posta del Cuore!

Che cosa succede nella coppia se lui non vuole il secondo figlio?

Esistono problemi capaci di mettere a dura prova i rapporti, come il trasferimento di uno dei due partner, oppure discordanze sui progetti futuri. Magari lui non vuole sposarsi o lei è contraria alla convivenza, o, ancora, uno dei non vuole figli.

La protagonista del nostro appuntamento di oggi de La Posta del Cuore, Michaela, si trova proprio alle prese con un problema di questo tipo: suo marito non vuole il secondo figlio. Quello di Michaela non è un caso isolato, al contrario. Molte coppie rinunciano a un secondogenito per motivi economici, o per la paura di non essere in grado di far fronte alle responsabilità di un altro bambino. O, più semplicemente, a volte una donna si sente pronta ad affrontare un’altra gravidanza.

Come si agisce in questi casi? Leggiamo insieme la lettera di Michaela.

Se lui non vuole il secondo figlio: La Posta del Cuore di Michaela

La Posta del Cuore

Cara Madeleine,
mi chiamo Michaela, vi seguo da molto tempo e apprezzo moltissimo tutti i vostri consigli! Finora non avevo mai sentito la necessità di scrivervi perché ero sempre riuscita a gestire, bene o male, i vari momenti di down con mio marito. Ma adesso le cose si sono complicate. La crisi che stiamo affrontando ho paura che non riusciremo a superarla, perché riguarda una tematica troppo delicata.

Io e Filippo stiamo insieme da otto anni ormai. Dopo i primi mesi turbolenti, abbiamo iniziato a fare sul serio e non ci siamo più lasciati. Dopo tre anni di fidanzamento ci siamo sposati e dopo altri tre anni è arrivata la nostra prima figlia Benedetta, che oggi ha due anni. Il problema, però, sta sorgendo adesso: io voglio un altro figlio, lui per niente. Credo si tratti di un problema che ha radici profonde e più di una motivazione alla base.

Cosa succede alle coppie che hanno problemi legati all’infertilità?

se-lui-non-vuole-il-secondo-figlio

Noi siamo sposati da cinque anni e abbiamo iniziato a cercare una gravidanza praticamente da subito. Dopo qualche mese di tentativi vani, ho scoperto di avere un piccolo problema all’utero: non era impossibile uscire incinta in modo naturale, ma meno probabile. Non ti nego che due anni di tentativi sono stati davvero difficili da affrontare. L’aria tra noi due era diventata pesante, la gravidanza era diventata per me un pensiero fisso e costante e ogni volta che arrivava il ciclo era una tragedia.

Anche l’intimità era diventata un campo minato: tutto poco spontaneo e molto meccanico. Dopo mesi e mesi e mesi di tentativi e l’incontro con il ginecologo giusto, è arrivata Benedetta, che è stata accolta con immensa gioia. Filippo è un papà stupendo: è premuroso, attento, paziente e comprensivo, tanto che scherzo sul fatto che in realtà sia lui, tra noi due, il genitore preferito.

Ecco perché non capisco, a maggior ragione, il rifiuto netto che ha mostrato di fronte alla mia richiesta di iniziare a provare ad avere un secondo bambino. Il punto è che io ormai ho 37 anni, quindi non credo di avere ancora moltissimo tempo e, soprattutto se prima di riuscire dobbiamo aspettare di nuovo due o tre anni, credo sia intelligente darci una mossa. Inoltre Benedetta è una bambina super tranquilla, quindi non credo che Filippo sia “traumatizzato” come la maggior parte dei nostri amici. Ogni volta che accenno all’argomento la sua risposta è un “no” secco, non ne vuole neanche parlare.

Accetto suggerimenti,
un abbraccio!

Se lui non vuole il secondo figlio come bisogna comportarsi?

se-lui-non-vuole-il-secondo-figlio

Ciao Michaela,
si tratta davvero di un argomento super delicato, è necessario essere totalmente d’accordo. Non si può costringere qualcuno ad avere un figlio se non ne ha voglia, quindi la prima cosa da fare è comprendere le ragioni alla base di questo suo rifiuto. La nostra impressione, basandoci su ciò che hai scelto di raccontarci, è che tu li intuisca già. I problemi legati alla sfera della fertilità sono uno scoglio pericoloso anche per le coppie più solide. Ne risente l’intimità, che diventa un territorio franoso, e ne risente l’intesa, perché lo stress è maggiore e si riflette sull’affiatamento.

Probabilmente il tuo Filippo ha paura di rivivere tutte le difficoltà e il dolore che vi hanno fatto vacillare già in passato. Magari la sua paura è che il vostro rapporto possa non sopravvivere a un secondo terremoto emotivo di quella portata. O può darsi che semplicemente lui non senta la necessità di avere un secondo figlio. Soprattutto a quel prezzo. Se lui è davvero spaventato, sicuramente il tuo discorso così razionale e calcolato sulla tua età e sul tempo a disposizione che scarseggia, non ha aiutato. E se tu ricadessi nel loop della delusione?

Il consiglio che diamo in queste situazioni è sempre quello del dialogo. Prova ad avere un confronto con lui, ma fallo in maniera aperta e costruttiva. Non indagare sul perché lui non lo vuole, ma cerca di fargli capire che fate parte della stessa squadra e che è una decisione che non hai intenzione di prendere da sola. Un altro piccolo suggerimento è quello di alleggerire l’atmosfera: no ai calcoli sull’età o ai progetti sulle tempistiche. Forse vederti più rilassata aiuterà anche lui a porsi con meno pregiudizi nei tuoi riguardi.

Photo Credit: freepik.com

Titta

Titta è una Love Coach e il braccio destro di Madeleine. Nata nel 1988 a Napoli dove vive con il suo Mister Giusto. Titta è laureata in Scienze della Comunicazione, è dipendente dalle serie tv e una vera divoratrice di libri

2 Commenti
  1. Cosa dire la stessa situazione … ho una bimba a do 3 anni e per averla non è stato semplice … ma ora io sento il bisogno di un fratellino ma lui non è d’accordo … sono stata anche da un terapista. Di coppia ma nulla ….
    Non so che fare … ad oggi rimango con lui solo per non far rimanere mia figlia senza un padre altrimenti credo che un rifiuto del genere a fatto finire l’amore …

    1. Restare con qualcuno solo per i figli purtroppo non è mai una buona idea, però, non è detto che la vostra non sia semplicemente una crisi profonda ma passeggera. Cerca un nuovo punto di incontro ma se per te questo rifiuto è una ferita troppo grande valuta ogni opzione. Una separazione non toglie il padre ai figli, ho visto casi in cui i padri hanno trovato un ruolo nuovo.

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.