Chez Madeleine in Love – La lettera di Elisabetta La Posta del cuore

Tra le varie richieste di consigli che arrivano sulla mia pagina Facebook e al mio indirizzo di posta elettronica madeleineh@chezmadeleine.it ho deciso di pubblicare questa, perché secondo me potreste trovare molti spunti interessanti anche per voi.

Cara Madeleine,
mi chiamo Elisabetta ho quasi quarant’anni e vivo in piccolo paese nel Sud Italia. Sono divorziata e l’anno scorso ho conosciuto Raimondo. Lui è sposato con due figli e da qualche tempo è in crisi con la moglie. All’inizio eravamo solo amici, poi con il tempo è nato un sentimento diverso. Era tutto bellissimo e mi dava tante attenzioni. La moglie ci ha scoperti e lui è cambiato come il giorno e la notte. Ci riusciamo a vedere molto meno, e spesso mi da buca all’ultimo secondo perché la moglie non lo fa uscire. Ogni volta che provo a troncare, lui mi rimanda qualche messaggino carino e io ci ricasco. Poi, però, torna tutto come prima.
Io vorrei che lui la lasciasse e che noi fossimo liberi di vivere la nostra storia. Ti prego aiutami tu!
Grazie
Elisabetta

Cara Elisabetta…
voglio per prima cosa rassicurarti sul fatto che io non ti giudicherò. Se tu vuoi vivere una storia d’amore con un uomo sposato sono solo fatti tuoi. Sono fermamente convinta che a dover tutelare il rapporto di questa persona con sua moglie non devi essere tu, bensì lui. Detto questo sarò un po’ dura con te. Le relazioni a tre, chiamiamole così, hanno dei meccanismi precisi che si ripetono ogni volta e purtroppo chi ci vive dentro tende a ignorarli. Gli uomini sono esseri abitudinari. Noi donne tendiamo a trascinare un rapporto morto per anni solo per paura di restare sole, i maschietti lo fanno perché amano tornare nella stessa casa, trovarci la stessa moglie che gli prepara la stessa minestra. Quando vi approcciate a un uomo impegnato, ricordatevi che avete a che fare con una bomba ad orologeria. Se non lascerà la sua compagna in tempi relativamente brevi, qualche settimana se è un semplice fidanzamento qualche mese per un rapporto di convivenza, difficilmente lo farà dopo.

Elisabetta è evidente che nel tuo caso stiamo già abbondantemente fuori dai termini. Voglio essere chiara su un punto, molto chiara. Mia cara, hai deciso di iniziare un rapporto con uno impegnato e adesso devi essere consapevole che davanti hai solo due opzioni: o accetti di vivere una storia clandestina e ti accontenti delle briciole – davvero, non nell’eterna speranza di trasformare il rapporto – o devi solo troncare. Comunicagli che hai deciso – tu e insindacabilmente la tua non deve essere una proposta – che non vuoi più vederlo, che vuoi qualcosa di più e che ti meriti una storia vera. Poi, però, devi avere la forza di mantenere il punto. I primi tempi lui penserà che sarà come tutte le altre volte, ci vorrà un bel po’ prima che inizi davvero ad avere paura di averti perso. In questo periodo non rispondergli mai al telefono, mai ai messaggi, mai, mai, mai e poi mai. Ma se mi scrive che sta male? Nemmeno. E se mi racconta che lo hanno rapito gli alieni? Scherzi a parte, immagino che lui sappia dove abiti o dove lavori. Se davvero vuole sa dove venirti a cercare. E quando lo farà devi essere molto chiara, se non ha lasciato la moglie allora mandalo via. Non ci cascare, non gli dare confidenza.

Se non ne hai la forza resta all’opzione uno, ma con la consapevolezza che non ti porterà MAI – e sottolineo MAI – a niente. Il mio consiglio è comunque di troncare. Questa è l’unica possibilità che hai per far cambiare le cose e se lui non tornerà almeno inizierai prima a guardarti intorno.

Mi raccomando tienimi aggiornata 🙂

Madeleine H.

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento
  1. ho avuto una storia con uno fidanzato, ho apettato per un po’ che la mollasse, ma non è mai successo. Elisabetta scappa finché sei in tempo!

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.