I 10 tipi di persone a San Valentino

San Valentino è la cosiddetta festa degli innamorati, il giorno in cui, in tutto il mondo, si festeggia l’amore.

I 10 tipi di persone a San Valentino: e tu chi sei?

Una festa che risale ad epoche antiche, tradizionalmente sinonimo di cioccolatini, fiori, preziosi regali, cene a lume di candela e serate romantiche. Ma è così per tutti?

Scavando più a fondo nelle molteplici e variegate personalità umane, possiamo certamente riconoscere peculiari caratteristiche appartenenti a distinte categorie di persone.

D’altronde, ognuno vive l’amore a modo suo!

I 10 tipi di persone a San Valentino…

L’innamorato dell’amore, è irrimediabilmente romantico al di là della sua situazione sentimentale. Infatti, che trascorra San Valentino in compagnia o in solitudine, è pur sempre felice di celebrare l’idilliaca bellezza dell’innamoramento. Povera stella, di solito è single.

L’innamorato esagerato, il primo Gennaio non stila la lista dei buoni propositi, ma quella delle cose da fare per un perfetto San Valentino. Ogni dettaglio può fare la differenza e di solito, infatti, assume una segretaria per gestire il programma.

L’innamorato social, deve gridarlo al mondo intero quanto è profondo il suo amore. Il suo profilo è tutto un: “Io e te xsmp”, “due teste un solo cuore”, “due corpi una sola anima”, “non finirò mai di innamorarmi di te”, “ieri, oggi, domani”, “sole, cuore, amore”.

Il disinteressato, è talmente disinteressato che per convalidare il proprio disinteressamento ha bisogno di ostentarlo in ogni modo. E lo scrive su Facebook quanto è disinteressato.

Il tirchio, per risparmiare il regalo, il 13 febbraio gioca la carta della crisi: “non sei tu, sono io”, per poi ritornare sui suoi passi il 15: “ti amo ancora”.

L’innamorato austero, categoricamente contrario al consumismo celato dietro torte con scritto I love you e palloncini a forma di cuore. Rinnega ogni forma di pubblica cerimonia, inneggiando l’intima spiritualità del suo sentimento. E lo scrive su Facebook, quanto è austero.

Il contrariato, non avverso alla ricorrenza, ma alla circostanza che lo colloca tra coloro che a San Valentino preferiscono ubriacarsi. Povera stella, di solito è single.

Il contrariato furbo, che approfitta della giornata per ribadire il suo solitario stato sentimentale, sia mai che risvegli, per l’occasione, l’attenzione di un suo simile.

L’innamorato terrorizzato è l’uomo spaventato dalle angherie della fidanzata, bramosa di vivere il giorno di San Valentino a Notting Hill con Hugh Grant, con proposta di matrimonio. Povere stella, di solito quel giorno c’è pure la Champions League.

Lo smemorato, “oddio ma è oggi San Valentino? Mi era totalmente passato di mente!”. In realtà è pure distratto, chissà come avrà fatto a ignorare tutto quell’amore nell’aria e i venditori di rose ai semafori.

E tu chi sei?

Qualunque sia il tuo modo di vivere questo giorno, l’importante è viverlo, perché San Valentino è San Valentino… ah no, quello è Sanremo!

XOXO i love u

Photo Credit: freepik.com

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Gingery

Francesca ma per quelli che fanno sul serio Fran, classe '92, è di Napoli ed è laureata in Scienze della Comunicazione. Fran fa dell'ironia la sua arma segreta... una sorta di Chick Lit vivente!

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.