Ormai non si parla d’altro…George Clooney si sposa!!!

Pensavo che questa estate avesse già detto tutto, quando l’ultima sfilata Chanel ha abolito i tacchi… ed invece no.  Abbiamo anche abbattuto un altro taboo, e siamo solo a maggio… George Clooney si sposa!

E ora non venitemi a dire che non ne avete sentito parlare, perché tra poco anche Papa Francesco twitterà in proposito. Riviste, TG e siti specializzati non parlano d’altro, il single più single di tutti i single ha capitolato e presto andrà all’altare.

Anche se mi sforzo non riesco più a pensare ad una notizia di più destabilizzante di questa… nemmeno quella dello scoppio della terza guerra mondiale. Tutti gli uomini single di questo mondo hanno perso il loro punto di riferimento e tutte le donne single (e non solo) hanno perso le speranze di impalmare il single più fico sulla faccia della terra. Mica robetta eh! (Va bene la smetto e non utlizzerò la parola single almeno per tre righe… o almeno ci provo)

No, viprego, non ridete. Non fate l’errore di prendere la situazione alla leggera. Il matrimonio del bel George potrebbe avere effetti devastanti che manco il Big One. Ma ci pensate? A tutti gli uomini comuni che lo hanno come modello… come faranno? A chi si ispireranno? Perché la maggior parte dei maschietti vorrebbe essere come lui bello, amato dalle donne, ricco, di successo e soprattutto sing… scapolo. Senza legami, senza bambini che urlano e fanno cacca a cui badare, senza suocere invadenti con cui fare i conti, senza scenate isteriche di mogli in preda alla sindorme premestruale.

Pensate a tutta quelle orde di fan che pensavano che prima o poi il loro turno sarebbe arrivato? Perché se fino ad oggi era vero che tutte le storie di Mister Clooney avevano una data di scadenza, essere la sua fidanzata per un paio di anni mica era troppo male. Un intero biennio passato ad accompagnare uno dei dieci uomini più belli del pianeta in giro, tra vacanze in Messico, red carpet di tutto rispetto – tipo gli Oscar o il Festival del Cinema di Cannes – e galà di beneficenza dove puoi trovarti allo stesso tavolo con Michelle (Obama, mica una Hunziker qualsiasi). Tra i benefit  c’è un guardaroba da sogno, un personal trainer a disposizione h24 e un paio di interventini plastci giusto se proprio servono.

In fondo non doveva essere poi tanto male, fai per un paio di anni una vita da sogno e una volta liquidata resti comunque una celebrity. Tutti ti conoscono, tutti ti cercano, tutti ti invitano. Credo che all’ufficio di collocamento, se si spulcia bene tra i moduli da compilare, si può trovare la casella “fidanzata di Clooney”… in mezzo ai contratti a tempo determinato. Secondo me c’è qualcuno che organizza la rotazione delle donne che si appensono al braccio di George agli eventi ufficiali.

Oh mio Dio! Questo povero qualcuno adesso resterà disoccupato.

Eh già, perché quando tutti noi eravamo pronti per una nuova aspirante stellina, Clooney ci ha stupito con un colpo da maestro. Perché non solo convolerà presto a giuste nozze, ma la sua bella non né un’attricetta né una modella in pensione, ma un avvocato e nemmeno una divorzista qualunque, ma una che si occupa di diritti umani. Lei si chiama Amal Alamuddin, è nata in Libano, ha studiato a Oxford ed così brava che tra i suoi impegni si sta occupando dell’estradizione di Julian Assange. Mica pizza e mica fichi. E tra l’altro, anche se come da manuale è alta e secca, di faccia non è manco tutto sto che.

Eppure Amal è quella che ha fatto saltare il banco e dopo anni di “le nozze non fanno per me” anche Clooney è pronto per il grande passo. Non credo che ci saranno ripensamenti dell’ultimo minuto. Non solo sull’anulare di lei è spuntato un diamante da sette carati – ovviamente #ecosostenibile – ma gli amici più cari ed intimi di lui sono accorsi per il party di fidanzamento a Malibu.

I maligni dicono che dopo anni di ragazzette bellissime ed affamate di pubblicità George abbia optato per una delle poche donne in grado di fargli fare un upgrade nell’alta società. I bene informati, invece, raccontano di come Amal si sia fatta desiderare. Ha iniziato non lasciandogli il suo numero di telefono, hqa proseguito rispondendo dopo giorni alla mail di lui – che poi io a uno che mi scrive “Penso che l’uomo più sexy del mondo abbia incontrato l’avvocatessa di diritti umani più sexy del mondo” non avrei risposto proprio ma questo è un altro discorso – e poi ha continuato a lasciarlo sulla corda fino all’arrivo dei sette – e sottolineo SETTE – carati di amore puro.

Onestamente preferisco credere alla versione numero due. Mi piace l’idea che anche il single più single di tutti i single sia capitolato davanti ad una donna che si è fatta desiderare. Sarebbe la prova certa che quando si usano le strategie giuste non c’è uomo che tenga, si arriva all’obiettivo… o meglio all’altare!

E voi che ne pensate del fidanzamento di George Clooney con Amal Alamuddin?

George2

George4

George5

 

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine H.

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

I commenti per questo post sono disabilitati