The Crown 6: perché devi assolutamente vederla

Nella prima settimana di uscita, The Crown 6 è stata la serie più vista in streaming: ecco perché anche tu devi assolutamente vederla!

The Crown 6 perché vederla… primo siamo ormai giunti alla stagione finale! Negli ultimi 7 anni (già, come passa il tempo vero?!) abbiamo visto e commentato la serie che racconta la vita della Regina Elisabetta dalla tenera età ai tempi moderni (QUI trovi tutti gli articoli).

All’uscita della quinta stagione gli sceneggiatori avevano già dichiarato che la successiva sarebbe stata l’ultima, ma quello che non hanno detto è che il punto di vista scelto (quanto meno per la prima parte disponibile su Netflix dal 16 novembre) sarebbe stato tutt’altro rispetto a quello mainstream.

Tutto il mondo ha pianto la morte della principessa Diana e il suo grande amore stroncato sul nascere: ma se non fosse andata davvero così? The Crown 6 perché devi vederla? Sicuramente per commentare insieme il “finale alternativo” che ci ha proposto Peter Morgan!

Attenzione, allerta spoiler!

The Crown 6 perché devi vederla
Quest’ultima stagione di The Crown racconta gli eventi dal 1997 al 2005 e la prima parte composta da soli 4 episodi (che personalmente ho divorato in una sola serata). In particolare si sofferma sull’estate del 1997 e la relazione amorosa sbocciata tra la Principessa Diana, beniamina di una generazione di donne in Gran Bretagna e non solo, e Dodi Al-Fayed, celebre figlio del magnate arabo proprietario di Harrods.

Il tragico incidente che li ha visti protagonisti come Romeo e Giulietta nell’agosto di quell’anno ha segnato in maniera incontrovertibile tutto il mondo. Ma se non fosse andata proprio così?

In molti si aspettavano che questa stagione scandagliasse il profilo psicologico della Regina Elisabetta, da molti criticata proprio per la reticenza emotiva dimostrata in seguito al tragico epilogo della vita di Diana. In realtà, quello che sconvolge di The Crown 6 è una versione dei fatti in cui Dodi e la principessa non erano per niente innamorati bensì marionette nelle mani di Mohamed Al-Fayed, padre di lui alla spasmodica ricerca di approvazione da parte della famiglia reale. Ancora, si vede un Carlo irrimediabilmente scosso dai sensi di colpa e che lotta strenuamente per la memoria di Diana.

Dopo la messa in onda della prima parte dell’ultima stagione sono state rilasciate delle dichiarazioni dalle persone coinvolte nella vicenda (ad esempio i fotografi che a suo tempo immortalarono la coppia in Costa Azzurra) che hanno negato buona parte dei fatti narrati. Dunque qual è la verità? Dodi e Diana si sono amati o lei è davvero morta al fianco di un uomo che per lei non contava nulla?

Purtroppo non sapremo mai la verità, ma in tutta onestà, da inguaribile romantica, mi ha lasciato un velo di tristezza questa versione dei fatti che mai avrei immaginato.

Il casting di The Crown 6

Nella stagione finale di questa serie tv, che certamente passerà alla storia, abbiamo visto nuovamente un’interpretazione magistrale di Elizabeth Debicki nel ruolo della Principessa Diana.

Anche Dominic West e l’immensa Imelda Staunton vestono ancora una volta i panni del Principe Carlo e della Regina Elisabetta.

Una menzione anche i per i piccoli Harry (Fflyn Edwards) e William (Rufus Kampa) che hanno interpretato il difficile ruolo dei figli di una “star” mondiale costretti a stare sotto i riflettori in un momento di massimo dolore come la perdita prematura della loro mamma.

Ora attendiamo tutti con ansia l’ultimo capitolo della serie che vedrà Meg Bellamy al suo primo ruolo da professionista nei panni di Kate Middleton.

Gli ascolti di The Crown 6 nel Regno Unito

L’accoglienza del pubblico inglese nei confronti di The Crown 6 è stata come sempre ottima, sebbene ci sia stato un leggero calo di ascolti rispetto alla stagione precedente.

Ancora una volta le persone si dividono senza soluzioni di continuità tra chi la odia e chi la ama, chi non la guarda come segno di rispetto dei confronti della corona e chi invece lo fa proprio per sentirsi più vicino alla Monarchia.

Una cosa è certa: questa serie tv ha portato la Regina Elisabetta nelle case di milioni di persone e ha sancito ancora una volta che la famiglia reale britannica è parte dello star system mondiale.

Maria Chiara Barsanti

Classe 1988, Marketing Manager per mestiere, Globetrotter per passione. Condivido sui social tutto quello che penso, mangio indosso... case libri auto viaggi fogli di giornale. Scrivo di beauty, lifestyle e design.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.