Lasciarsi… sui social network!

L’amore è eterno finché è dura, recita il titolo di un noto film di Carlo Verdone e in fondo questa è una gran bella verità. Quando ci sia ama, quando  si sta insieme, è tutto meraviglioso, perfetto e sembra eterno, perché si pensa che niente possa incrinare certi sentimenti. La realtà, però, è diversa, e molte storie d’amore – per quanto belle e coinvolgenti – iniziano a vacillare e poi inesorabilmente crollano.

Il problema è che quando l’amore finisce, inizia la rabbia, il rancore e l’acredine ed è normale, solo che certe cose dovrebbero restare private e confidate solo alle amiche più strette mentre ci si sfonda di gelato al cioccolato o si tracanna un bicchiere di vino bianco durante l’happy hour.

Mi spiego meglio, come Love Coach trovo che la tecnologia abbia cambiato inesorabilmente le relazioni di coppia: prima i ragazzi che volevano sentirci dovevano chiamare al nostro numero di casa e sperare che fossimo noi a rispondere al telefono e non nostra madre o peggio ancora nostro padre o un fratello geloso. Oggi con un click possiamo parlare con chiunque in qualunque parte del mondo. Una cosa bellissima, che però, come ogni medaglia, ha il suo rovescio.

I social network, per esempio, fanno sì che i nostri pensieri e i nostri stati d’animo possano essere letti da chiunque, una sorta di diario segreto, che però è in pasto ad amici parenti. Soprattutto oggi che Facebook è diventato un fenomeno molto più trasversale e allargato a più generazioni: nel 2008 tra i miei contatti c’erano praticamente solo i miei coetanei, oggi è facile che abbiate i vostri genitori, quelli delle vostre amiche – o peggio dell’ex – le amiche di vostra madre, un paio di professori del liceo e un cuginetto di 11 anni, tutta gente a cui non è bene far sapere troppo di voi.

Per questo motivo quando una ragazza mi contatta per dirmi che si è lasciata da poco col fidanzato io la imploro di non cancellare il suo ex da Facebook – meno che mai chiedere di farlo alle amiche – e soprattutto, di evitare gli status depressivi o quelli pieni di acredine.

Mia nonna – che era saggia – diceva che i panni sporchi si lavano in famiglia… ora, io sono la prima a condividere ricordi e momenti divertenti con amici e non solo su Facebook, ma anche su Instagram e Twitter, ma penso che certi sentimenti debbano restare privati. Soprattutto se non siete sicure al 100% che la relazione sia davvero finita, e se sentite il bisogno di sbandierare ai 4 venti, quanto il vostro ex sia un uomo di cacchina, direi che forse qualcosa lo provate ancora. Per questo motivo state calme e se proprio sentite il bisogno di scrivergli le peggiori cose, fatelo, ma poi mandate tutto alla vostra amica più fidata, che sicuramente riuscirà anche a strapparvi un sorriso.

Mi rendo conto che non è facile, che a volte il dito freme e la voglia di mettere i puntini sulle i è tanta, ma prima di scrivere certe cose non dovremmo contare fino a 10, ma fino a 1000. Perché se le cose dovessero cambiare – e in amore tutto può succedere, storie che sembravano morte e sepolte possono riprendere vita all’improvviso – poi tutti i parenti e amici (soprattutto i suoi) difficilmente dimenticherebbero i vostri insulti e i vostri status patetici.

Per questo motivo il mio consiglio è di mantenere il sangue freddo – e la bacheca pulita – e aspettare giorni migliori, perché quando lo avrete davvero dimenticato vi assicuro che il vostro ultimo desiderio sarà quello di mandargli qualche frecciatina a mezzo social network!

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

18 Commenti
  1. Io invece direi come Fedez, “l’amore è eternit finché dura…” 😉
    Concrodo in toto, sono sempre stata molto gelosa della mia vita privata e nonostante abbia diversi social non racconto mai cose private, li uso solo per battute generali o condividere gli articoli del blog. Poi mio marito non ha neanche un social, li odia e la mia situazione sentiamo di Fb sarebbe poco aggiornabile con tag per fortuna. Ahahahahaha!
    Un bacione bellezza! :*
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.