È giusto raccontare le corna in tv?

L’antesignana fu Diana Spencer che raccontò apertamente alla BBC che il suo matrimonio era “troppo affollato”. Più recentemente a invadere la cronaca rosa italiana sono stati i racconti dei tradimenti subiti da Ilary Blasi e Belen Rodriguez. Ma è giusto raccontare le corna in tv?

I panni sporchi si lavano in famiglia o è giusto raccontare le corna in tv, o nel nostro piccolo sui social network?

Mia nonna diceva che le corna sono come i denti, quando spuntano fanno male ma poi ci mastichi sopra. Perché nella società patriarcale in cui lei era nata e cresciuta era normale che una donna chiudesse un occhio – meglio se tutti e due – davanti alle scappatelle del marito.

Nonostante l’evoluzione della società e la lotta al patriarcato le corna sono e restano un argomento spinoso.

C’è chi accetta di vivere in una coppia aperta, c’è chi addirittura pratica libero e felice il poliamore e chi proprio non le manda giù. Ci sono coppie che resistono a tutto, che si perdonano di tutto anche l’imperdonabile ma davanti a un tradimento si sgretolano perché le corna no, non si possono tollerare.

E allora cosa succede al primo sospetto che qualcosa non va per il verso giusto e forse c’è un’altra o un alto o vari altri e altre? Tutto è concesso e va bene qualsiasi cosa. Vi faccio qualche esempio:

  • Controllo del cellulare.
  • Appostamenti sotto casa del* presunt* amante.
  • Chiamare un investigatore privato.
  • Telefonare a ogni possibile sospettata per avere conferma del tradimento.

E dopo tutta questa fatica ovviamente è giusto a raccontare le corna in tv! 

Hanno fatto bene Belen Rodriguez e Ilary Blasi?

la verità di Ilary Blasi
Belen Rodriguez e Ilary Blasi sono tra le regine del gossip da diversi anni. La prima sempre al centro del gossip prima come fidanzata di Marco Borriello, poi per la sua tormentata storia con Fabrizio Corona e per finire con il tira e molla con il marito Stefano De Martino.

Blasi, invece, è sempre stata al centro dell’attenzione come moglie del campione Francesco Totti con cui formava una coppia apparentemente affiatata e inossidabile. Fino alla crisi annunciata da Dagospia e tutte le conseguenze che ben conosciamo.

Ed entrambe hanno dichiarato di essere state tradite. Tutte e due a favore di telecamere. Quelle di Netflix con il Documentario Unica (QUI ne abbiamo parlato) e poi di Verissimo Ilary Blasi. Belen Rodriguez, invece, si è lasciata andare a una lunga confessioni a Domenica In di fronte a Mara Venier.

Le dichiarazioni di entrambe sono molto forti. Blasi racconta di aver spiato il marito, di essersi appostata con un’amica e di aver addirittura ingaggiato un investigatore privato per avere la prova della relazione del marito. Belen Rodriguez, invece, svela di aver scoperto il primo tradimento già dopo un mese dall’ennesima riconciliazione. E che poi per avere le conferme che cercava ha chiamato ben 12 ragazze, nessuna del mondo dello spettacolo, e che tutte hanno confermato. Forse ce ne sono anche altre ma superate le dieci ha preferito chiudere là la cosa.

In televisione abbiamo visto il racconto di due donne ferite e tradite che tramite il loro racconto cercavano l’empatia del pubblico e pure una sorta di riscatto e di rivalsa. Perché il colpevole è il traditore e loro hanno il coraggio di ribellarsi.

Ma è giusto raccontare le corna in tv veramente?

e giusto raccontare le corna in tv

Sul serio è necessario ripulirsi raccontando in pubblico (tv e giornali per i vip, i social per noi comuni mortali) i propri fatti personali?

Vale per Francesco Totti, per Ilary Blasi, per Belen e per tutti quelli che – famosi o non – hanno sentito il bisogno di rendere pubblico un tradimento o comunque degli episodi talmente intimi che era meglio restassero privati.

Qual è il confine tra quello che è giusto dire e quello che bisognerebbe che rimanesse sempre e solo all’interno di una coppia o di una famiglia? È davvero necessario esporre fatti personali al giudizio dell’opinione pubblica? E nell’opinione pubblica non ci sono solo sconosciuti che leggono le riviste di gossip, guardano i social o la televisione. Anche i figli, i loro amici, gli amici degli amici.

Insomma è giusto che certe dinamiche restino private oppure è un bene che si parli di certi argomenti in totale libertà? Perché nella narrazione c’è una sorta di rivalsa. Hanno fatto bene Totti, Ilary Blasi e Belen a raccontare i fatti loro al pubblico o è preferibile la linea di Stefano De Martino?

Il conduttore, la sera stessa delle rivelazioni della sua ex, è stato intervistato da Fabio Fazio e ha semplicemente detto che in ogni coppia ognuno ha la sua verità e lui preferisce tenersi stretta la sua.

Cosa ci interessa tanto dei tradimenti vip?

e giusto raccontare le corna in tv
Che siano le vicende dei Royal, quelle di Piqué e Shakira o ancora quelle dei vip nostrani le corna dei famosi diventano interessantissime. Lo dimostrano i milioni di download delle revenge song di Shakira e di Miley Cyrus, il primo posto di Unica tra i film più visti di Netflix in Italia, il numero di condivisioni o di letture dell’intervista di Totti  o il costo esorbitante per le foto di Diana Spencer che baciava Dodi Al Fayed.

In poche parole siamo mortalmente attratti dai tradimenti vip. Così tanto da chiederci se è giusto raccontare le corna in tv ma la verità è che in quei racconti ci sguazziamo.  E forse ci sguazziamo semplicemente perché il tradimento ci rende tutte uguali. se anche le donne più belle e iconiche del mondo vengono tradite, allora le nostre corna forse fanno meno male.

Fatto sta che forse dovremmo fermarci un attimo ad analizzare determinate dinamiche.

Perché la domanda non è solo se è giusto raccontare le corna in tv ma anche se è giusto applicare comportamenti controllanti. Perché gli appostamenti – che almeno una volta nella vita abbiamo fatto tutti – i detective, le telefonate a ipotetiche amanti sono dinamiche controllanti.

La verità è che a un certo punto dobbiamo venire a patti con una realtà amara. E la realtà è che possiamo avere mille prove che un tradimento sia avvenuto ma non esistono prove certe del contrario. Per cui a un certo punto dobbiamo fidarci di noi stesse e di quello che sentiamo. Di lavorare sul fatto che non dovrebbe essere il tradimento in sé a far finire una relazione ma tutte le mancanze – anche di rispetto – che si porta dietro.

Io non credo esista una sola risposta alla domanda è giusto raccontare le corna in tv, ma diverse risposte. Per prima cosa dovremmo chiederci è giusto per chi? Per chi è stato tradito, per il traditore, per un senso di giustizia, per gli ascolti o per i figli?

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e i due figli Penelope e Ciro a Napoli. È autrice di diversi manuali di consigli d'amore tra cui i popolarissimi Il Metodo e Sos Ex e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.