L’Autosvezzamento, cos’è e come funziona

Autosvezzamento vs svezzamento tradizionale, scopriamone di più

Penelope in questa settimana compirà 10 mesi, è incredibile quanto passi veloce il tempo. Come è facile immaginare siamo in dirittura d’arrivo per lo svezzamento e devo dire che la mia esperienza è molto positiva. In questi giorni, però, ho scoperto navigando in rete l’Autosvezzamento e non ho potuto fare a meno di chiedermi che cos’è e come funziona, anche perché le mamme che lo praticano ne dicono meraviglie.

Il principio base dell’Autosvezzamento è quello di farsi guidare dal proprio bambino, invece, che da regole già prestabilite a tavolino. Sono proprio i nostri figli a mostrarci quando sono pronti a mangiare, interagendo in maniera molto più attiva al momento dei pasti della famiglia. Una delle più grandi differenza tra l’Autosvezzamento e lo svezzamento tradizionale, infatti, è che nel primo caso il bambino non mangia separatamente dai genitori e in orari diversi, ma è a tavola con loro sin dall’inizio.

Svezzamento
Photo Credit: Etsy.com on Pinterest

Una seconda differenza sta nell’approccio alle pappe. Chi – come me – segue quelle tradizionali dello svezzamento a un certo punto sostituisce le poppate di latte con le pappe. Io ho iniziato inserendo la frutta a merenda, poi il pranzo e infine la cena, stabilizzandomi su due poppate – quella della mattina appena sveglia e quella, che spesso e volentieri saltiamo, prima di dormire verso le nove e mezza dieci – e tre pasti. I genitori che scelgono l’Autosvezzamento, invece, iniziano a proporre ai loro bimbi dei piccoli assaggi di tutto quello che li incuriosisce e sembrano volere, incrementando le quantità fino a sostituire completamente le poppate.

Bambini e frutta
Photo Credit: TheBerry.com on Pinterest

Se nella dieta dei bambini che seguono lo svezzamento tradizionale i cibi vengono inseriti gradualmente e uno alla volta, i piccoli che seguono l’Autosvezzamento hanno come unico limite le scelte che i genitori effettuano in primis per loro stessi. Devo dire che parlando con le mamme che praticano l’Autosvezzamento, hanno un’attenzione molto forte all’alimentazione sana e corretta, orientando le loro scelte verso cibi biologici e preferendo le merende fatte in casa rispetto a quelle confezionate.

Seggiolone
Photo Credit: BbMundo on Pinterest

Personalmente sono molto contenta di come è andata con Penelope durante lo svezzamento, ma non vi nascondo che sono estremamente incuriosita dall’Autosvezzamento, soprattutto perché mi piace l’idea che i bambini mangino da subito insieme ai genitori e devo confessare che se dovesse arrivare un fratellino per Penelope forse seguirei l’Autosvezzamento per accompagnarlo dal latte al cibo.

E voi che ne pensate? Avete seguito lo svezzamento tradizionale, o l’Autosvezzamento?

Se volete informarvi e saperne di più sull’Autosvezzamento vi consiglio di leggere il libro La Questione Cibo di Andrea Re, che potete acquistare cliccando QUI.

Photo Credit: Growingwildly.Tumblr.com on Pinterest

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.