Body Shaming e prova costume

Bady Shaming e prova costume, l’incubo di ogni neo mamma e non solo.

Body Shaming e prova costume. Due concetti che spesso sono in contrapposizione, ma altrettanto spesso vanno a bracetto. Soprattutto quando diventano un vero e proprio incubo per tantissime donne, specialmente mamme e neo mamme.

Si arriva all’estate con il peso di non essere perfette. Di non essere riuscite ad assomigliare nemmeno un po’ alle influencer che ci ammiccano con i loro corpi perfetti su Instagram e gli altri social vari.

Siamo bombardate da immagini di donne perfette

Body-shaming-e-prova-costume
Prima per fare il paragone tra il nostro corpo e quello delle modelle almeno ci dovevamo comprare una rivista… adesso basta scorrere il dito sul nostro cellulare per vedere la perfezione farci ‘ciao ciao’ con la manina.

Ed ecco che noi più che pensare a quel costume, che a Giulia De Lellis o a Belen Rodriguez sta così bene, vediamo altro. Un corpo perfetto, un sorriso ammiccante, un volto su cui non compare nemmeno mezza imperfezione.

Per le neo mamme questo periodo dell’anno potrebbe essere molto critico.

Neomamma-al-mare
Tutto ciò non serve a sentirci meglio. Soprattutto quando hai partorito da pochi mesi, hai le occhiaie per le notti insonni e un corpo che stenti a riconoscere. Ed ecco che siamo le prima a entrare nel loop Body Shaming e Prova costume.

Con l’estate che impazza e magari le vacanze al mare già fissate, è probabile che vi sentiate inadeguate, stanche e demoralizzate. Quello che dovrebbe essere un momento felice, dedicato a voi stesse e alla vostra famiglia diventa un incubo.

Conosco persone arrivate a fare le vacanze estive in montagna – pur non amandola particolarmente – così da non mettere il temuto bikini. Ed è giusto tutto questo? No, assolutamente no!

A volte siamo le nostre giudici più severe.

Body-shaming-e-prova-costume
La corsa alla prova costume, non deve diventare una trappola che ci fa cadere nel body shaming. Soprattutto se a farlo siamo noi stesse. Per prima cosa dovremo iniziare ad accettarci, anche se non è facile.

Credetemi quando vi dico che anche le ragazze più belle e dai fisici più invidiabili, hanno le loro insicurezze. La sicurezza e l’amore per noi stesse non sono sempre legati a come appariamo, ma più a quello che siamo.

Non è un caso se a quasi 40 anni – ne ho ancora 37 ma è il concetto che conta – riesco a godermi di più il mare e le giornate in costume rispetto a quando ne avevo 20. E non è solo una questione di dieta e palestra, che se sapete ho iniziato più di un anno e mezzo fa.

Volersi bene è la base. E quando ci si vuole bene s’impara anche a essere indulgenti qualche volta. Ci possono essere mille motivi per cui non siamo arrivate pronte alla prova costume.

Ci sono  molti motivi – anche validi – per non arrivare pronte all’estate.

Siamo-bellissime-sempre
Possiamo essere diventate mamme da poco. Magari stiamo allattando, io all’epoca ha preso più chili rispetto alla gravidanza. Semplicemente stiamo vivendo un periodo faticoso, lo sapevate che lo stress ha lo stesso effetto e le stesse calorie di un doppio cheseeburger mangiato ogni giorno?

Possiamo aver passato un inverno felice, a scoprire nuovi ristoranti con il nostro nuovo fidanzato. Oppure abbiamo passato mesi e mesi a struggerci per amore mangiando biscotti al cioccolato e gelato ricoperto di caramello.

Insomma i motivi per cui possiamo non essere al top possono essere tanti e tutti validissimi. Non c’è bisogno di rovinarci le vacanze per un po’ di cellulite o di pancetta.

Body Shaming e prova costume: facciamo molta attenzione.

Body-shaming-e-prova-costume
L’importante è che non ci siano problemi di salute. Perché a volte i chili di troppo non sono un problema solo estetico. Io, per esempio, ho iniziato un percorso di salute che mi ha portato a essere anche più in forma.

Per questo motivo ci tengo a dirvi un’ultima cosa. Entrare nel circolo vizioso di Body Shaming e Prova costume può essere molto pericoloso. Perché il rischio di cedere a diete fai da te e programmi di dimagrimento folli è altissimo.

il mio consiglio è di amarvi e, se sentite l’esigenza di ritornare in forma, rivolgervi sempre a professionisti seri e affidabili che si occupino di voi a 360 gradi. Vi segnalo chi si è occupato di me il mio posturologo il Dottor Alessandro Severino di Fitness Postural Lab e la mia nutrizionista la Dottoressa Rosa Funaro. Non ci sono parole per ringraziarli per l’impegno e la professionalità.

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.