Cosa fare con un micropene

La nuova stagione di Skam Italia mette in luce un problema di cui non si è mai davvero parlato abbastanza. Cosa fare con un micropene, sia  che siamo uomini sia che siamo donne.

Cosa fare con un micropene? Come comportarsi se un ragazzo che ci piace tanto non soddisfa le nostre aspettative a livello di centimetri? Come vivere questa cosa con serenità farglielo pesare?

Su MadeleineH.it ci siamo già chieste se davvero le dimensioni contano e quanto (clicca QUI per recuperare l’articolo). Ci siamo risposte che tutto sommato quando parliamo di sesso – e soprattutto di piacere – non può ruotare tutto attorno solo ai centimetri di cui è dotato il nostro partner.

Nonostante questo, però, nell’immaginario collettivo c’è una sorta di proporzionalità diretta tra attrezzatura e piacere che possiamo provare. Non solo, un pene piccolo è ancora oggi motivo di scherno e risate ma soprattutto di vergogna.

Quello del micropene, infatti, è ancora oggi una sorta di taboo. Qualcosa di cui difficilmente si parla in maniera aperta e serena.

Ecco perché la quinta stagione di Skam Italia (che potete guardare su Netflix) va assolutamente vista. Raccontare un tema ancora così delicato mettendolo in luce senza retorica, secondo me, può davvero essere utile ai tanti uomini che soffrono per questa problematica.

Micropene – cause, cure e trattamenti possibili

cosa-fare-con-un-micropene

Prima di capire come noi donne possiamo gestire al meglio un compagno poco dotato, parliamo di quali rimedi e cure ci possono essere. Vi ricordo che viene considerato micropene un organo che in erezione non supera i 7/8 centimetri di lunghezza per un adulto e i due per un bambino.

Iniziamo dalle cause del micropene che possono essere essenzialmente di due tipi:

  •  patologiche
  • ambientali

Nel primo caso c’è un malfunzionamento del sistema endocrino. Una scarsa produzione – in alcuni casi del tutto assente – di testosterone fa si che il pene non si sviluppi in maniera corretta.

Le cause ambientali, invece, sono molto più rare, e non sono ancora definitivamente accertate, e hanno a che fare con esclusivamente l’esposizione durante l’età fetale a sostanze tossiche come diossina o pesticidi.

Per quanto riguarda i rimedi molto dipende dall’età del soggetto. Prima della fine dello sviluppo si può ipotizzare a una terapia ormonale, mentre dopo è possibile ricorrere a un intervento di allungamento.

Come comportarsi se il tuo lui non è molto dotato

le-dimensioni-contano

Diciamo che a qualunque donna con una vita sessuale attiva in media è capitato sia di avere a che fare con uomini non particolarmente dotati sia con  uomini non particolarmente brillanti.

Non esiste un modo giusto di comportarsi o uno sbagliato. Sicuramente dovremmo ricordarci che nessuno di noi è perfetto e che usare un po’ di sano tatto non fa mai male. Spesso e volentieri ci dimentichiamo che nella vita – e questo in generale non solo nelle relazioni – basterebbe comportarci con gli altri come vorremmo che gli altri si comportassero con noi.

Al di là di questo, se ci chiediamo cosa fare con un micropene, non dovremmo dimenticarci prima di tutto di chi siamo noi. Ognuna di noi vive il sesso in maniera diversa e prova piacere in maniera diversa.

Se siamo vaginali e soprattutto diamo al sesso un valore enorme all’interno di una relazione, dobbiamo accettare che forse un partner con un micropene potrebbe non fare al caso nostro. Esattamente come non farebbe al caso nostro un australiano che non si vuole allontanare da Sidney se noi vogliamo vivere per sempre nello stesso palazzo del resto della nostra famiglia… per esempio!

Al contrario, se essenzialmente preferiamo l’orgasmo clitorideo e in una relazione pensiamo ci siano anche altre priorità il micropene diventa irrilevante. Insomma il punto centrale è che il pene – nonostante per la nostra cultura lo sia – non è il centro dell’universo o comunque non lo è per tutti. Forse dovremmo iniziare a dargli semplicemente il giusto valore e tanti saluti.

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.