Pranzo di Natale con i Suoceri? Ecco le ricette perfette per voi! – Parte1

Siete fresche sposine o siete appena andate a vivere con il vostro Mister Giusto e quest’anno per la prima volta avete deciso di organizzare il pranzo di Natale a casa vostra e avete invitato i suoceri? Niente paura. Con questo menù farete colpo anche sulla più ostica delle mammine!

Preparate con molta cura la tavola – domani vi darò nuovi consigli in proposito – e impegnatevi per un menù ricco e delizioso.

Per gli antipasti stupiteli con qualcosa di molto scenico, ma estremamente scenico:

Mousse di Salmone
Cosa serve…
100g Salmone affumicato
250g Ricotta di Pecore
100 ml Panna fresca liquida
qualche fogliolina di Anete
Sale
Pepe …
6 fette di Pane nero con cereali
Uova di salmone
Cosa bisogna fare…
Per preparare la mousse di salmone iniziate a tritare finemente con un mixer la ricotta insieme al salmone affumicato. Lavate l’aneto e tritatelo con un coltello, poi aggiungetelo alla preparazione. A questo punto amalgamate il tutto, aggiustate eventualmente di sale e pepate a piacere. Montate la panna fresca a neve e incorporatela alla crema di salmone con una spatola, facendo attenzione a non smontarla. Con dei coppa pasta ritagliate delle forme nelle fette di pane nero, poi abbrustolite il pane in forno o in una padella antiaderente in modo da formare una crosticina croccante. Spalmate quindi la mousse di salmone sui crostini e servite decorando con rametti di aneto e uova di salmone. Per dare un tocco ancora più raffinato potete mettere la mousse in una sac à poche con bocchetta stellata e fare dei ciuffi sui crostini!

Crostini con Mousse di Salmone_instant

Come primo vi consiglio di preparare un classico della tradizione, un bel brodo con i tortellini. Se riuscite a fare entrambe le cose fatte in casa sarebbe l’ideale, anche perché potete preparare con calma qualche giorno prima sia il brodo sia la pasta fresca ripiena e congelare il tutto, per poi utilizzarlo al momento opportuno.  Se, però, la preparazione vi mette paura potete utilizzare un brodo pronto e acquistare i tortellini in un negozio specializzato e farete comunque un’ottima figura. Per le più temerarie ecco una ricetta perfetta per dei tortellini gustosissimi.
PS. Non posso darvi la ricetta segreta della mia famiglia, altrimenti mia madre potrebbe uccidermi 😉

Tortellini:
Cosa serve...
La pasta fresca.
400 g Farina 00
4 Uova grandi (circa 250 gr)
Il Ripieno
70g Carne bovina polpa di vitello
70g Carne di suino lonza di maiale
80g Prosciutto crudo di Parma
80g Mortadella Bologna
150g Parmigiano reggiano grattugiato
20g Burro 20
1 Uovo grande
Noce moscata, sale e pepe
Cosa bisogna fare…
Per preparare i tortellini per prima cosa preparate la pasta all’uovo: disponete la farina su di una spianatoia, formando una conca larga al centro e aggiungete le uova. Con un forchetta rompete le uova e raccogliete la farina ai lati per addensare l’uovo quindi impastate con le mani fino ad ottenere un impasto morbido e liscio che coprirete con pellicola e lascerete riposare per almeno due ore. Nel frattempo preparate il ripieno: tagliate a pezzi grossolani la polpa di vitello e la lonza di maiale e metteteli da parte; fate la stessa cosa con il prosciutto crudo e la mortadella. Fate sciogliere in un tegame il burro e aggiungete la carne a pezzi: fatela rosolare per una decina di minuti o comunque fino a che non perderà completamente i succhi. Una volta pronta, fatela intiepidire, e trasferite la carne in un mixer insieme al prosciutto crudo e la mortadella e frullate fino ad ottenere un composto fine e ben amalgamato. Unite il parmigiano reggiano, la noce moscata, pepe a piacere e l’uovo e fate andare ancora le lame per ottenere un composto omogeneo. Aggiustate, se occorre, di sale assaggiando prima l’impasto, in quanto sia il prosciutto crudo che il parmigiano reggiano sono piuttosto saporiti. Ora che il ripieno è pronto, riprendete la pasta all’uovo e stendetela con la macchina per la pasta oppure un mattarello in una sfoglia sottile, cercando di mantenere la pasta umida il più possibile, utilizzando poca farina per spolverizzare. Secondo i canoni la sfoglia dovrebbe essere di circa 0,6 mm. Con una rotella tagliapasta liscia ottenete dei bordi regolari (lo scarto conservatelo sempre nella pellicola e stendetelo di nuovo) e ricavate dalla sfoglia dei quadrati delle dimensioni di 4 cm per lato. Sopra ogni quadrato, adagiate un paio di grammi di ripieno ormai freddo e passate alla realizzazione dei tortellini. Prendete un quadrato e piegate a la pasta a triangolo, punta su punta, premendo bene i bordi per farli attaccare (in caso la pasta si sia leggermente seccata, spennellate leggermente i bordi con un po’ di acqua). Prendete il triangolo di pasta ottenuto, piegate verso l’alto la base del triangolo; appoggiate adesso la pasta ottenuta sul dito indice, con la punta del triangolo rivolta verso l’alto e con l’auto dell’altra mano, unite le due estremità della base attorno al dito con una lieve pressione e girando leggermente verso il basso, cercando di far aderire bene i bordi.
Estraete con delicatezza il tortellino dal dito e adagiatelo su di un canovaccio leggermente infarinato; procedete nel medesimo modo fino a finire gli ingredienti. Lasciate i tortellini in un luogo fresco su di un canovaccio infarinato e cuoceteli rigorosamente in un buon brodo di gallina o di pollo!

Tortellini in Brodo_instant

Nei prossimi giorni vi darò qualche consiglio per il secondo e un delizioso dolce natalizio!

Per le ricette grazie a GialloZafferano.it

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.