5 fobie strane che influenzano la coppia

Le fobie strane che influenzano la coppia sono tantissime. Ne abbiamo raccolte 5, strane per davvero, che possono rendere alcuni momenti intimi davvero complicati… Scopriamo quali!

Quante ne abbiamo sentite – in questi lunghi anni di consulenze d’amore – di fobie strane che influenzano la coppia!
Un passo indietro. “Fobia” deriva dal greco e significa “paura”. È un profondo stato di panico e di angoscia su oggetti, animali, persone e luoghi.

Le fobie incidono negativamente sul profilo psichico, fisico, cognitivo, emotivo, affettivo e comportamentale, compromettendo il normale funzionamento sociale delle persone.
In genere, tutte le fobie si manifestano con sintomi psico-somatici come vertigini, crisi di pianto, perdite di equilibrio, panico, nausea e vomito, atassia (rigidità muscolare), ecc.

Fobie strane che influenzano la coppia

erotofobia fobia del sesso

La fobia è un’angoscia irrazionale, ma nasce dall’impulso del nostro inconscio di allertarci su un pericolo reale. L’oggetto fobico, secondo il buon senso, non dovrebbe provocare alcun timore. La ailurofobia, solo per esempio, è la fobia dei gatti, animali domestici del tutto innocui. La paura dei gatti spesso è associata a esperienze traumatiche irrisolte, come un brutto graffio subìto nell’infanzia.

Ecco 5 fobie assurde che influenzano la coppia (il tono è scherzoso, ma si tratta di problematiche che vanno affrontate con un professionista)

fobie strane che influenzano la coppia fobia di sposarsi

  1. Itifallofobia: la paura di avere un’erezione.
    È un disturbo d’ansia che si manifesta quando si ha un’erezione. L’impatto emotivo, relazionale e sociale di questa fobia può essere debilitante. Il sintomo principale delle fobie, ossia l’evitamento o la minimizzazione del contatto con la situazione temuta, porta le persone itifallofobiche ad essere totalmente incapaci di avere rapporti sessuali. Considerando il rilievo che la sessualità ricopre nell’esistenza umana, le conseguenze possono essere deleterie.
  2. Erotofobia: la paura del sesso.
    L’erotofobia è una paura persistente, anormale e ingiustificata nei confronti della sessualità in generale. Chi ne soffre sperimenta intensi sentimenti di paura e panico di fronte a situazioni, immagini o argomenti che riguardano il sesso. Come sopra, una simile fobia implica una difficoltà oggettiva a trovare un partner che comprenda e accetti la “complicazione”.
  3. Antofobia: la paura dei fiori.
    È una delle fobie più rare e curiose. L’antofobia si manifesta come paura intensa e incontrollata dei fiori. Può essere molto invalidante, perché i fiori sono innocui e si trovano dappertutto (ristoranti, hotel, feste, cerimonie)! Ma soprattutto, i fiori sono l’ABC del corteggiamento.
  4. Omfalofobia: la paura dell’ombelico.
    Immaginate cosa si provi a condividere un momento di intimità con qualcuno che è terrorizzato dagli ombelichi. C’è chi teme il tocco diretto, chi sente reale dolore per reazione psico-somatica, chi non riesce neanche a guardare quello del proprio partner. Questo disturbo può essere invalidante nella sfera affettiva o relazionale, e anche come genitori può provocare difficoltà a medicare il cordone ombelicale del proprio figlio.
  5. Gamofobia: la paura del “Sì, lo voglio”
    In Se scappi, ti sposo Julia Roberts fuggiva non appena si avvicinava all’altare. Probabilmente soffriva di gamofobia. La gamofobia è la paura del matrimonio e di tutto ciò che ruota intorno a esso. Ciò non vuol dire che si teme di impegnarsi con qualcuno (molti gamofobi sono fidanzati da anni), ma proprio il matrimonio, con gli anelli e i confetti.
Eva Iori

evaiori@hotmail.it

Eva Iori, nata a Roma  è una psicologa appassionata del funzionamento della psiche che da sempre si è interessata alle problematiche femminili,  e "all'archeologia dell'anima"

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.