Cosa faccio con un ragazzo che prima non mi piaceva e poi… Ecco i consigli della Love Coach

Se dovessi fare una classifica delle frasi che mi sento dire più frequentemente come Love Coach al primo posto ci sarebbe senza dubbio “Non sai chi si è fatto vivo oggi dopo anni“; al secondo “Lo so che mi ha tradito, che non si è comportato bene con me, ma lo amo e vorrei riprendermelo“, e al terzo metterei decisamente “All’inizio non mi piaceva più di tanto, ma poi…

Eh già, perché non dovete mai sottovalutare un uomo. All’inizio ci corteggiano, ma non sono il nostro tipo: ‘troppo alto’, ‘troppo saccente’, ‘non ha i capelli’, ‘quel filo di pancia è terribile’, ‘sono ancora troppo presa da un altro’, ‘non è quello che voglio dalla vita’... per cui inconsciamente iniziamo a usare Il Metodo e lo facciamo alla grande, perché tutto ci viene spontaneo e naturale, non è un caso se uno dei consigli che do più spesso è quello di comportarsi come se il nostro aspirante Mister Giusto non ci suscitasse il benché minimo interesse.

Il problema, però, è che quando ci sentiamo forti, crediamo di avere il pugno della situazione vuoi o non vuoi abbassiamo la guardia e rischiamo di combinare un disastro. Mi spiego meglio: noi donne siamo animali strani, un uomo al primo impatto o ci piace o non ci piace. Se ci piace ci sentiamo già sua moglie e fantastichiamo sul nostro abito da meringa e sui nostri futuri splendidi figli, ma se non ci piace difficilmente lo lasciamo perdere subito. Spesso, infatti, cerchiamo di farcelo piacere per forza, ma, ancora peggio, a volte pensiamo ‘Sì, ci posso uscire!’, ‘Perché no, in fondo non ho niente di meglio da fare in questo periodo’. Purtroppo la paura di restare sole ci fa fare cose strane.

Più noi giochiamo a fare le stronze – passatemi il termine – più loro saranno interessati e cercheranno di vincere la sfida che in quel momento rappresentiamo. A questo punto o perdono loro e dopo un paio di uscite la frequentazione muore là, oppure facciamo click, ci iniziamo a invaghire e piano piano siamo sempre più coinvolte.

Quello che accade è che ci sentiamo troppo forti, troppo sicure per le tante attenzioni ricevute e diamo tutto troppo per scontato e così nell’arco di poco tempo da preda diventiamo il cacciatore: i messaggi si fanno più saltuari, le chiamate diminuiscono drasticamente e le uscite si estinguono come i tapiri di montagna. Per evitare che si arrivi a questo punto dobbiamo fare molta attenzione e restare sempre vigili, perché a ritrovarsi impantanate è un attimo e poi uscirne è difficile.

I segnali da controllare sono sempre gli stessi: il numero di messaggi, se siete voi a contattarlo per prima e se vi dà buca a più di un’uscita.

Se vedete che la rotta si sta invertendo fermatevi immediatamente e riflettete sul da farsi, se avete dubbi potete sempre chiedere i miei consigli da Love Coach, scrivendomi alla posta del cuore, cliccando QUI.

 

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.