Mai pensare di essere già la sua fidanzata, quando non lo sei, parola di Love Coach

Una delle prime cose che dico alle tantissime ragazze che mi scrivono (a proposito, grazie per l’affetto, gli auguri, per la presenza e le belle parole che mi mandate ogni giorno!) è quella che in amore non bisogna mai perdere la lucidità e la freddezza, perché nel caso, è fin troppo facile cadere in errori che potrebbero rivelarsi fatali.

Come Love Coach, noto che quando una donna è molto innamorata perde completamente il senso della realtà. Mi spiego meglio, tutte noi – nessuna esclusa – se da single incontriamo un uomo che vagamente ci potrebbe piacere, iniziamo a valutarlo. Mi spiego meglio. Se un uomo al primo sguardo ci viviseziona e dà voti a tutte le nostre parti del corpo – tette, sedere, gambe, viso, occhi… – per noi la storia è diversa. Vi faccio un esempio: siamo a cena con le nostre amiche, passa a salutare il cugino di terzo grado di una del gruppo, in città per qualche giorno.

Incrociamo lo sguardo, è carino, e mentalmente iniziamo a farci le seguenti domande:
1. È fidanzato?
2. Che lavoro fa?
3. Vive da solo? (Questa ce la facciamo solo noi in Italia, nel resto del mondo si presuppone che un ragazzo sopra i 22 anni, non abiti più con mammà)
4. Chissà com’è sua madre…
5. Si sentirà ancora con la ex?
6. È un serial killer?

E molte altre ancora.

Se durante la serata scopriamo che non è fidanzato e fa un lavoro in linea con le nostre aspettative, iniziamo in maniera più o meno consapevole a fare progetti, a vederci vestite da meringhe attraversare la navata di una chiesa, a sognare di camminare con lui mano nella mano su una spiaggia bianca con le onde di un mare cristallino a lambirci i piedi in stile Laguna blu, e così canticchiando When I’m with you it’s paradise… arriviamo persino a immaginarci i figli, di invecchiare insieme, varie ed eventuali.

E non dite che non è così, perché non siete credibili. Io prima di incontrare il mio Mister Giusto lo facevo sempre e sono certa di non essere la sola pazza.

Il problema è che da qui in poi perdiamo progressivamente e inesorabilmente il senso della realtà e a volte capita che dopo due uscite, un bacio e mezzo salto in padella noi ci sentiamo già le fidanzate e ci prendiamo delle libertà che forse sono un attimino precoci. Tipo mettere bocca sulla loro casa, iniziare a mettere in ordine, anche se non ci viene espressamente richiesto (e se richiesto allora scappate in Manciuria, mi sa che cerca una colf non una fidanzata), ficcare il naso nei suoi rapporti con gli amici o peggio ancora con i parenti e soprattutto con mammà e alla fine se salutano un’amica per strada ci trasformiamo in una sorta di mostro vendicatore con tre teste e il corpo di un’orso polare, perché ci ha mancato di rispetto.

Io sono la prima a rendermi conto e a capire che i rapporti all’inizio sono molto più coinvolgenti, perché hanno tanto potenziale ancora da esprimere e che spesso i sentimenti sono più forti e devastanti, ma dovremmo renderci conto che per quanto noi siamo nella fase del ‘Io e te, tre metri sopra il cielo’ e attaccheremo tonnellate di lucchetti a Ponte Milvio, forse per loro non è così (magari semplicemente non ancora) e che dobbiamo sempre ricordarci a che punto davvero è la nostra relazione prima di fare qualcosa in questo senso. Se vi rendete conto di essere poco lucide, allora confrontatevi con un’amica di cui vi fidate o con la vostra Love Coach di fiducia, in fondo basta cliccare QUI! Perché non c’è niente di più distruttivo di comportarsi come una fidanzata, quando non lo si è… fidatevi!

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

1 Commento
  1. ahahah ma quanto è vero! E comunque, cara Madeleine, mica si finisce col matrimonio! La nostra fantasia va ben oltre e hai proprio ragione…bisogna farci attenzione! 😉 Complimenti per il post, divertente e tanto tanto utile! Smakkk

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.