Come sopravvivere a un indeciso

Come sopravvivere a un indeciso: guida su come comportarsi se il tuo Mr Giusto è un indeciso

Eccoci pronte per un nuovo appuntamento con la nostra guida alla conquista di Mr Giusto. Dopo l’insicuro, lo stronzol’egocentricol’immaturoil mammoneil geloso compulsivo, lo speciale dedicato al traditore seriale e l’orgoglioso, oggi tocca a una categoria insidiosa.

Parleremo di una categoria che viene spesso confusa con le altre: l’indeciso.

Chi è l’indeciso?

Come sopravvivere a un indeciso

Partiamo dalla base: l’indeciso non è l’immaturo. Come vi abbiamo già spiegato lo stesso uomo può far parte di più categorie, ma spesso tra l’indeciso e l’immaturo si tende a fare un po’ di confusione. L’indeciso può essere anche immaturo, ma non è necessariamente così. La differenza è facile da cogliere: l’immaturo ha difficoltà a compiere delle scelte in tutti i cambi della sua vita. L’indeciso, invece, fa confusione solo quando si parla di emozioni e storie a lungo termine.

Ciliegina sulla torta? L’incoerenza. L’indeciso vi dirà una cosa, ma si comporterà nel modo diametralmente opposto. Un esempio? L’indeciso è il classico uomo che vi chiarisce – dal primo momento o magari proprio quando le cose inizieranno a prendere una svolta più impegnativa – che non vuole una storia seria. Tuttavia quando vi vedrà interagire con qualcun altro darà vita a delle belle (e incomprensibili) scenate.

Come riconoscere un indeciso?

Come sopravvivere a un indeciso

Quindi vi chiederete: come fare a riconoscere un indeciso? Partite dalle fondamenta: perché è così? Le motivazioni che spingono un uomo sull’impervia strada dell’indecisione  possono essere molteplici e svariate. Siamo state noi a renderlo insicuro con un atteggiamento avuto in passato? Si è ritrovato in una relazione con noi senza rendersene conto e ora non sa come reagire?

O ancora: ha qualche trauma derivante da qualche relazione passata? O magari da una qualche situazione familiare particolare, complessa? Capire cosa c’è alla base della sua indecisione è importante per capire quale strategia attuare. Se ad esempio siamo state noi a renderlo insicuro, ciò che serve e tornare sui nostri passi. Ma attenzione: non avete il permesso di diventare il suo zerbino, c’è sempre bisogno di una strategia!

Come sopravvivere a un indeciso: consapevolezza e caparbietà

Come sopravvivere a un indeciso

Prima di pensare ad una strategia e dopo aver compreso la motivazione alla base della sua indecisione, dobbiamo prendere consapevolezza di noi stesse. Preso atto di questa sua caratteristica, dobbiamo chiedere a noi stesse se lo vogliamo. O meglio: anche se è proprio lui l’uomo che desideriamo, non è detto che possa darci la relazione di cui abbiamo bisogno. Prima di tutto, quindi, bisogna riflettere.

Dopo di che con l’indeciso bisogna prendere le decisioni e agire di conseguenza: se lui non ha il coraggio di compiere un gesto mettetelo di fronte alla possibilità che il tempo per decidersi sia finito. E, ovviamente, portate la strategia fino in fondo, senza avere paura. Il rischio, infatti, è quello di perdere completamente credibilità ai suoi occhi. Non dobbiamo temere di perderlo, perché tanto al momento non è comunque nostro e in mano non abbiamo che un pugno di mosche.

Non accontentatevi delle sue briciole e abbiate bisogno di inseguire che che volete: dal momento in cui vi distaccherete è vietato cedere! Lo faremo solo se lui tornerà dandoci esattamente (più o meno) ciò che vogliamo noi!

Photo Credit: freepik.com

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Titta

Titta è una Love Coach e il braccio destro di Madeleine. Nata nel 1988 a Napoli dove vive il suo Mister Giusto. Titta è laureata in Scienze della Comunicazione, è dipendente dalle serie tv e una vera divoratrice di libri

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.