Il diritto di non essere perfetti

Questo periodo assurdo ci sbatte davanti a tutta una serie di limiti, di desideri, di vorrei essere e di realtà. Oggi parliamo di una cosa importante: il diritto di non essere perfetti.

La quarantena è un periodo assurdo ma oggi vogliamo dire con forza una cosa: abbiamo tutto il diritto di non essere perfetti. Anche e soprattutto in un momento del genere!

Quante volte in questa quarantena ci siamo sentiti dire: “Questa è l’occasione giusta per fare qualcosa di nuovo!”. Leggere, scrivere, infornare torte, imparare a cucire, allenarsi o fare un corso online. Abbiamo assistito vip fare di tutto e incitarci a fare altrettanto.

Senza cadere in facili polemiche, però, ci piacerebbe fare una riflessione. Questo momento storico non solo è eccezionale, ma è anche difficile. Oltre ai morti (tantissimi), tante persone si stanno trovando in difficoltà, sul lavoro e a casa.

Pur mettendocela tutta è normale avere dei giorni di profondo sconforto.

il-diritto-di-non-essere-perfetti
E’ normale alzarsi la mattina con la voglia di fare yoga e trovarsi a metà giornata ancora sui compiti dei propri figli con la linea che va e che viene.

E’ normale desiderare che i bambini tornino presto a scuola.

E’ normale avere quei 20 minuti in cui voler strozzare il proprio partner.

E’ normale sentire la mancanza dei propri familiari.

E’ normale faticare a fare tutto quello che ci si era riproposti di fare.

Possiamo dire che non va sempre tutto bene

il-diritto-di-non-essere-perfetti
Avere paura, essere stanchi, sentirsi in difficoltà sono sentimenti normali ed è un diritto di tutti vivere anche il momento difficile, anche se questo significa passare una giornata in pigiama, mangiare una schifezza prima di andare a dormire o trovarsi a cazzeggiare su Netflix al posto di lavorare.

Vi abbiamo dato dei consigli per cercare di gestire al meglio questo tempo e anche i canali ufficiali del Ministero della Salute hanno fortemente caldeggiato il mantenimento di una routine il più possibile salutare, ma i giorni no esistono per tutti.

Siate clementi con voi stessi, anche quando vi sentite dei pessimi genitori o dei pessimi compagni. Questo è un momento difficile, navighiamo a vista.

Mi raccomando…

il-diritto-di-non-essere-perfetti
E non esitate a chiedere aiuto, se ne sentite la necessità: qui di seguito vi lasciamo il sito della SIPEM – la società italiana di Psicologia dell’emergenza… mi raccomando!!!!

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.