Come cambierà la monarchia inglese dopo la Regina Elisabetta

A pochi giorni dalla scomparsa di Elisabetta II in molti si chiedono quale futuro ci sarà per la corona. Proviamo a capire insieme come cambierà la monarchia inglese dopo la Regina Elisabetta. Quali saranno i nuovi equilibri ma soprattutto ha ancora un futuro?

Con la morte di The Queen finisce ufficialmente un’epoca ma quali ripercussioni ci saranno è ancora presto per dirlo; capiamo insieme come cambierà la monarchia inglese dopo la Regina Elisabetta.

Elisabetta II, possiamo dirlo senza timore di smentita, è stata un vero e proprio pezzo di storia. Un’icona che ha unito due secoli profondamente diversi e che ha saputo traghettare la monarchia inglese attraverso gli enormi cambiamenti che abbiamo vissuto negli ultimi 100 anni.

Ed è proprio stata questa lunga vita a servizio del suo paese che l’hanno resa in qualche modo il collante non solo della corona inglese ma di tutti i paesi del Commonwealth (di cui fanno parte anche nazioni importanti ed grandi come il Canada e l’Australia).

Oggi ci si chiede se, adesso che non c’è più Elisabetta ma il nuovo Re Carlo III, avrà la forza di tenere tutti uniti come faceva sua madre e noi come attente osservatrici di vicende reali, non possiamo fare a meno di provare a rispondere a questa domanda.

Pensiamo ai Windsor, infatti, come ai reali d’Inghilterra ma di fatto i loro sudditi sono anche gli scozzesi, i gallesi, gli irlandesi del nord, gli australiani, i canadesi, i neozelandesi e molti altri. Che succederà adesso?

I primi giorni di regno di Re Carlo III

come-cambiera-la-monarchia-inglese-dopo-la-regina

Sicuramente era da tempo che Carlo aveva affiancato la madre ultra novantenne nella gestione della corona. Tanto che era chiaro già da prima della morte dell’amatissima Regina di quali siano i suoi piani.

Re Carlo III vuole una monarchia molto più snella, meno dispendiosa e al passo con i tempi moderni. Tra i suoi primi atti da Re, infatti, c’è stato un discorso preciso in cui appare chiara la continuità con il lavoro della sua illustre madre ma anche le nuove linee del regno.

E tra queste linee ci sono sicuramente le persone che lo affiancheranno in questa avventura da Re che è iniziata ufficialmente l’otto settembre 2022. Prima tra tutti l’amatissima consorte, oggi ufficialmente regina consorte, al suo fianco come moglie da 17 anni ma probabilmente da tutta la vita.

A lei Carlo ha riconosciuto non solo il ruolo di regina, e credetemi non era affatto scontato, ma anche il lavoro prestato per la corona da quando è sua moglie. Spazzando via le voci che non ritenevano Camilla Shand (scopri QUI il nostro approfondimento su di lei) all’altezza del ruolo sia per i vecchi gossip, sia per l’eterna rivalità con la prima moglie di Carlo – Diana – sia per il fatto che è una divorziata.

E infine c’è William, adesso a tutti gli effetti erede al trono e primo in linea di successione. Carlo lo ha già nominato Principe del Galles cedendogli il titolo che lo ha accompagnato praticamente per tutta la vita. Lui, sua moglie Kate e i loro figli saranno il futuro della monarchia e Carlo lo sa bene e su di loro punta forte. All’altro figlio – Harry – e a sua moglie Meghan Markle tanti auguri per la loro vita oltre oceano, lontani dalla corte, è chiaro!

La monarchia reggerà alla morte della Regina Elisabetta?

Regina_elisabetta_carlo

Questa è la domanda che ci facciamo davvero tutti. 70 anni di regno sono un’enormità, non a caso sono il record nella storia della monarchia inglese. Quello che è successo è che di fatto la regina ha iniziato a impersonificare l’idea stessa della corona, diventandone il garante.

Ora che non c’è più lei, al di là di quale re sarà effettivamente suo figlio, ci si chiede se i paesi del Commonwealth resteranno fedeli sudditi di sua maestà oppure si affrancheranno definitivamente dalla Corona.

Quello che è certo che ci sono buone parte del regno dove fermenti separatisti già sono evidenti. Specialmente da dopo la Brexit Scozia e Irlanda del Nord vivono con estremo disagio il loro essere parte della Corona inglese.

La Scozia ha annunciato un nuovo referendum per staccarsi da Londra e anche l’Irlanda del Nord pre voglia riunirsi con il resto dell’isola. Per entrambe c’è voglia di Europa e di Euro.

Se questo non è avvenuto fino a ora è anche per il ruolo simbolico e amatissimo che ricopriva La Regina. Carlo riuscirà a modernizzare la corona al punto da riuscire a tenere uniti i suoi sudditi o vedremo i domini della corona inglese assottigliarsi ancora e magari fino a scomparire? Oppure il fascino della monarchia più illustre del mondo sopravvivrà anche a questa?

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.