Da ‘Un anello da Tiffany’ di Lauren Weiseberger alcune perle di Adriana – L’approccio sbagliato. Vol.2

Avete comprato – e letto – Un anello da Tiffany di Lauren Weisberger? No? Ma come devo fare io con voi… 😉

Scherzi a parte non mi stancherò mai di ripetere che questo è uno dei testi fondamentali per comprendere appieno tutta la filosofia che è alla base del mio metodo. Il personaggio Adriana, una delle tre protagoniste, racconta in maniera impeccabile come si deve conquistare un uomo. Senza se e senza ma!

Oggi condividerò con voi le pagine 273 e 274, nel precedente post (che trovate QUI) avevamo lasciato in sospeso la conversazione tra la nostra eroina e la giornalista d’assalto Mackenzie.

Ma perché le americane non lo capivano? Perché nessuno glielo insegnava? Le Regole, aveva aiutato un po’, ma non abbastanza; aveva insegnato alle donne a negarsi, ma non a sedurli.

Non avrebbe mai creduto che esistessero donne adulte che credevano che per ottenere un uomo bisognasse dargli la caccia.
….
“Perciò non avrei dovuto presentarmi?”
“No!”
“Be’, ma allora come avremmo fatto a conoscerci?”
Adriana la guardò e cercò di non sentirsi troppo frustrata. “Vi sareste conosciuti, probabilmente nel giro di qualche minuto, quando avrebbe fatto lui la prima mossa.”
“Ma dai che differenza fa?”
Adriana proseguì come se l’altra non avesse detto nulla. “A quel punto , tu avresti ricompensato la sua gentilezza con un sorriso e uno sguardo carezzevole e poi avresti prontamente ignorato le sue domande, ti saresti voltata e avresti iniziato una conversazione in cui lui non era incluso.”
“Anche se…”
“Anche se avessi dovuto interromperlo a metà frase, anche se lui ti avesse fatto una domanda, anche se fosse sembrato colpito da te. Anzi specialmente in quel caso. L’unica circostanza in cui è possibile continuare un discorso è con un uomo brutto, perché a quel punto chi se ne importa del risultato, dico bene?”

 

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.