Perché ‘Il Metodo funziona’? Per il punto di vista di lui risponde lo psicologo Ivan Alibrandi

Mie care…

come tutte già sapete dal 16 maggio è disponibile il mio primo manuale per conquistare un uomo: Il Metodo, che potete acquistare sia in versione e-book (cliccando QUI) che in versione cartacea (cliccando QUI). La prefazione al libro è stata curato dal mio amico psicologo Ivan Alibrandi che ci spiega in questo post perché secondo lui – come professionista, ma soprattutto come uomo – perché il mio metodo per conquistare Mister Giusto funziona!

Perché Il Metodo funziona mi è stato chiesto. Ci ho pensato su e, in base alla mia esperienza personale, son giunto alla conclusione che tra i vari punti di forza che ha, il primo fattore è quello di aiutare le donne a mettere un freno a loro stesse. Si perché quando son prese dall’idea di aver trovato l’Uomo Giusto nella loro testolina scatta qualcosa. Qualcosa fatto di progetti, sogni, e fretta di realizzarli. E la fretta è una pessima consigliera. Non che a noi uomini questo non scatti mai, ma è evidente che nella donna succeda molto più spesso.
Inizia così una corsa ad assicurarsi fortemente l’uomo della propria vita, o presunto tale, che la porta a soffocare il partner e la possibilità che la storia decolli davvero. Tutta avvolta dal suo sogno tende a non ascoltare i segnali dell’altra persona, non interagendo con l’uomo reale quanto con quello ideale. E essere paragonati ad un ideale pesa, come un macigno!
Si avverte chiaramente che lei non sta parlando o uscendo con noi, quanto piuttosto con il sogno del suo uomo perfetto, con i suoi progetti futuri, le sue aspettative…. E il nostro entusiasmo verso di lei viene meno…fino a non aver più nessuna voglia di sentirla, vederla, o rispondere ai suoi messaggi. Ecco,
Il Metodo ricorda varie volte di saper aspettare, e saper fare aspettare, di dare tempo a entrambi per far crescere il desiderio e il piacere di vedersi. In pratica di lasciar sbocciare il rapporto come un fiore che se coltivato pian piano e con sapienza cresce e diventa splendente, se invece annaffiato troppo e di continuo, ossessivamente, muore.

Grazie a Ivan per questa sua analisi che sposo in pieno, e voi ragazze siete pronte a curare la vostra nuova relazione con la giusta dose di attenzioni?

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

1 Commento
  1. Non ho ancora visto dei risultati tangibili sul mio caso -del resto ci sto lavorando da poco 😛 – , ma confermo quanto detto dallo psicologo: mettere un freno a noi ragazze aiuta doppiamente!
    Da un lato perchè aumenta il desiderio della nostra “preda”, dall’altro perchè ci garantisce quel giusto distacco che ci permette di lavorare in modo molto più sereno alla nostra conquista.
    E spesso le nostre amiche sono cattive consigliere, sopratutto quando ci dicono che dobbiamo urlargli tutto quello che sentiamo, che lui deve capire che è stato uno stronzo, che bla bla bla…. NO, ci vuole calma!
    Perchè dopo il periodo iniziale in cui saremo contente di aver riversato addosso al poveretto tutta la nostra rabbia ce ne pentiremo amaramente, con la devastante conseguenza che la nostra dignità sarà andata a quel paese…

    Spero che questo commento serva anche a me come memento 😀

    Un bacio Madeleine :*

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.