Il Capodanno di Emma

5… 4… 3… 2… 1… pronte a vivere il Capodanno di Emma di Una Magia Sotto l’albero???

Manca poco alla notte dell’ultimo dell’anno, allora vi faccio un regalo speciale: il Capodanno di Emma. Emma, come già sapete, è una delle due protagoniste di Una Magia Sotto l’albero.

Il secondo episodio della serie degli Incantesimi d’amore si ambienta a Milano proprio nei giorni delle feste natalizie. Emma è bloccata proprio nella città meneghina con Federico a lavorare. Finiscono tutto in tempo per la del 31 dicembre e…

Ecco per poi un piccolo estratto…

Buon-Anno
Continuo ad avere un dubbio sull’articolo dodici, però. Vorrei dirgli di ripensarci, ma forse è meglio di no. In fondo è tardi, sono state giornate infinite e ci meritiamo di uscire da qua dentro e andare a festeggiare il nuovo anno.

«Che fai stasera?» mi chiede Federico, mentre ripercorriamo il tragitto al contrario per rimettere a posto tutte le chiavi.

«Cena a casa di amici, poi non lo so ancora.» In realtà vado a cena da George e Carmine; ieri, quando mi hanno vista rientrare da sola, mi hanno chiesto che fine avesse fatto il mio fidanzato (loro sono convinti che Federico sia l’uomo che ho attratto con l’incantesimo d’amore e non mi andava di deluderli). Ho spiegato loro che abbiamo litigato e mi hanno invitata a cenare con loro. Mangeremo schifezze cinesi, la pastiera della zia di Carmine e guarderemo la televisione fino alla mezzanotte. Trenino anche con Barone il jack russel, brindisi e poi tutti a letto. Entusiasmante vero?

Emma e Federico….

«Tu?»

«Io sono stato invitato a un paio di feste…» E ti pareva? Mai che mi dicesse che lui è solo e disperato a casa. Lo odio. «Però non ho proprio voglia.»

Intanto abbiamo preso i cappotti e stiamo chiudendo lo studio.

«E cosa vorresti fare, allora, per la notte dell’ultimo dell’anno?» gli domando, una volta in ascensore. La mia è una domanda piuttosto di circostanza.

Siamo soli, in questo palazzo ci sono perlopiù uffici e quindi è vuoto, e anche il portiere ha chiuso da un pezzo.

E poi…

Il-Capodanno-di-Emma
«Stare con te» mi sussurra all’orecchio, non appena arriviamo al piano terra. Non so bene cosa rispondere, e lui approfitta del mio momento di stasi per prendermi per mano. In silenzio, ci avviamo nella fredda notte milanese.

«Non sto scherzando, Emma» rincara la dose dopo un po’. «Non mi va di andare a casa, mettermi lo smoking e partecipare al galà di Capodanno che ha organizzato mio fratello. Ho voglia di mangiare schifezze, togliermi i vestiti, poi toglierti i tuoi e passare la serata facendo l’amore. È così che vorrei salutare il nuovo anno. Che dici? I tuoi amici soffrirebbero molto se dovessi tirargli il bidone?» mi pungola. Sì, lo so che Federico mi ha detto diverse cose, ma l’unica cosa che ha registrato il mio cervello è stata “fare l’amore”. Non trombare, fare sesso, entrarmi nelle mutandine e tutti gli altri sinonimi più o meno coloriti che fino a oggi ha usato. No, lui per la prima volta ha parlato di “fare l’amore”.

Il Capodanno di Emma e… Federico!

«Allora? Che direbbero i tuoi amici?» incalza. Mi rendo conto solo ora che Federico mi sta guardando, in attesa della mia risposta.

Vediamo un po’ cosa è meglio… passare la notte di Capodanno facendo l’amore con Federico per ore e ore, oppure stare a casa con Carmine, George e Barone a guardare il concerto di Gigi D’Alessio?

«Dipende…»

«Da cosa dipende?»

«Da cosa mangiamo stasera. Sono quasi le otto e secondo me non abbiamo molte possibilità di trovare qualcosa di decente.»

«Eh, ma io ho un’idea» ribatte, sorridendo. «Il tuo prossimo articolo per la guida misteriosa potrebbe essere una cosa tipo: alla ricerca di cibo di asporto la sera di Capodanno, l’odissea prima del countdown!»

Una Magia Sotto l’albero….

Una-Magia-sotto-lalbero

Se volete continuare a leggere Il Capodanno di Emma e non solo Una Magia Sotto l’albero vi aspetta su Amazon e presso le Librerie Raffaello!

Emma e Marta non potrebbero essere più diverse. Idealista e sognatrice la prima, algida e votata alla carriera la seconda; hanno in comune Uberto Mocenni Magiotti, padre di Emma e marito della madre di Marta.

Costrette da questo legame, le due si sopportano a malapena e fanno di tutto per evitarsi, ma la vita e la comparsa di un misterioso libro di incantesimi d’amore mescolano le carte.Quando Uberto Mocenni Magiotti viene colpito da un malore le due sorellastre si ritroveranno a dover collaborare, perché il destino dello studio legale è a rischio a causa di un misterioso sabotatore.

Durante l’indagine Emma si avvicinerà sempre di più all’odioso avvocato Federico Anastasio, mentre Marta sarà costretta ad abbassare le difese del cuore per un incontro inaspettato. Tra un battibecco, un complotto e una talpa da smascherare Emma e Marta dovranno fare i conti con l’amore e capiranno che, forse, non si detestano come hanno sempre creduto.

Mia cara,

grazie per aver letto tutto l'articolo e non essere passata oltre. Per noi significa molto perché fa sentire il nostro lavoro apprezzato.

Forse avrai notato che abbiamo eliminato le pubblicità dagli articoli e che non ci sono più post sponsorizzati. Siamo convinte che per tenere alta la qualità bisogna saper fare anche delle rinunce.

Se ti piace quello che facciamo e vuoi aiutare madeleineh.it a restare libera da pubblicità, puoi sostenerci come indicato qui, oppure se ti va puoi offrirci una tazza tè!

Grazie da me e dal mio staff,

Madeleine

Madeleine H., nata a Roma nel 1982, vive con il marito e la figlia Penelope a Napoli. È autrice di due manuali di consigli d'amore - Il Metodo e Sos Ex - e di diversi romanzi Chick Lit.

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.