10 frasi che un genitore non dovrebbe mai dire

Esistono frasi che un genitore non dovrebbe mai dire. Neanche quando è arrabbiatissimo, neanche quando perde la pazienza. Queste 10 frasi possono ferire i nostri figli, sortendo l’effetto opposto a quello che desideriamo.

Quali sono le frasi che un genitore non dovrebbe mai dire? Pensando di spronare, correggere o aiutare i nostri figli, possiamo commettere l’errore di pronunciare frasi che provocano in loro dolore e vergogna, portandoli a mettere in atto meccanismi di difesa. E peggiorare la situazione…

10 frasi da evitare con i figli: le 5 più gravi
genitori figli cose peggiori da dire ai bambini Madeleine H

  • “Non ti voglio più bene”. È una frase che va MAI pronunciata, nemmeno nei momenti di maggiore rabbia e frustrazione. Bambini e adolescenti hanno bisogno di sapere che i genitori li amano anche nei momenti difficili.
  • “Sei cattivo/a!” Spesso gli adulti dimenticano che le parole hanno un peso e il verbo “essere” ha un significato preciso. Dire a un bambino che è cattivo significa identificarlo con le sue azioni sbagliate. I bambini devono sapere che ci si può correggere, sempre.
  • “Non capisci niente!” Capita che i genitori esasperati dai compiti si lascino scappare qualche cavolata. L’apprendimento può essere un percorso delicato, specialmente in presenza di difficoltà cognitive e/o emotive. Ma solo con impegno e, se necessario, supporto, si può superare una difficoltà.
  • “Sei grasso/a! Sei troppo magro/a!” Bisognerebbe aprire un intero capitolo, ma ci limiteremo a dire che la soluzione ai problemi di peso in età infantile non è certo lo stigma dettato dal vostro ideale estetico. I disturbi alimentari sono una questione seria e l’età media di esordio si va drasticamente abbassando. I bambini dovrebbero avere il più possibile un rapporto sano con il cibo. Se, invece, siete seriamente preoccupati, evitate umiliazioni ai figli e contattate un professionista.
  • “Tuo fratello/sorella è più brav* di te!” Qualsiasi paragone è controproducente, a maggior ragione se pronunciato con fare accusatorio. I fratelli devono essere una squadra ed è dovere dei genitori aiutarli a collaborare. Metterli contro, anche inconsciamente, non serve a nulla, se non ad alimentare rivalità e gelosie.

10 frasi da evitare con i figli: le 5 più comuni

frasi da non dire ai bambini educazione figli Madeleine H

  • “Sei un maschiaccio/una femminuccia”. Oltre ad essere un pessimo esempio di sessismo, esclamazioni del genere (utilizzate per sottolineare la tendenza dei bambini ad assumere comportamenti “inadeguati” per il proprio genere biologico) creano confusione e insicurezza, provocando ferite profonde.
  • “Se piangi mi arrabbio!” Associare le manifestazioni di emozioni al senso di colpa è una delle peggiori idee che un genitore possa avere. I bambini devono sentirsi liberi di esprimere le proprie emozioni. Gli adulti hanno il compito di trasmettere fiducia, per permettere ai piccoli di aprirsi rispetto a ciò che provano.
  • “Perché sì/perché no”. Quante volte ci siamo sentiti dire questa frase da piccoli? Bambini e ragazzi devono accettare alcune regole (poche, ma buone) senza discutere. Noi adulti, però, sappiamo che esiste sempre una spiegazione razionale e dobbiamo trovare il modo di trasmetterne il senso ai figli. Solo così impareranno ad agire consapevolmente.
  • Io alla tua età…” Un altro grande classico, ma è una frase che serve a poco. Per bambini e adolescenti è difficile mettersi a paragone con gli adulti, e un simile approccio li fa sentire inutilmente in colpa. Inoltre, questa frase esaspera la distanza tra genitori e figli e non agevola in nessun modo la comunicazione.
  • “Quando sarai grande capirai”. Perché liquidare l’interlocutore bruscamente? Può capitare che le discussioni con i nostri figli ci stanchino, ma dobbiamo insegnare loro che si possono avere prospettive diverse – date dall’età e dal ruolo – ma si possono trovare punti in comune.

Sono molte di più le frasi che un genitore non dovrebbe mai dire. Quelle elencate qui sono solo alcune tra le più insidiose e comuni. Per fare bene i genitori vale una sola regola: mettersi nei panni dei figli, ricordando cosa si provava e come si pensava alla loro età.

In bocca al lupo mamme e papà!

Tata Emma

Milanese Doc! La nostra Tata Emma è una psicologa esperta di bambini e non solo...

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.