Adolescenti e gonne corte: guida per i genitori

Non più bambine, non ancora donne: le figlie adolescenti sono un’esplosione di cambiamenti. Cambia il loro modo di pensare, si modifica il loro corpo. Torna l’estate e iniziamo a domandarci: come regolarsi con abitini e gonne corte?

Si parla di figlie adolescenti, ma parto da un veloce ricordo. Qualche tempo fa guardavo un programma di archivio della Rai condotto da Raffaella Carrà, splendida con una minigonna cortissima e sono rimasta molto colpita. La storia della minigonna è estremamente affascinante perché è una storia di emancipazione femminile, oltre che di costume. Sfoggiare una minigonna è ancora oggi una delle prime rivendicazioni di crescita durante l’adolescenza. Forse è meno rivoluzionario di allora, ma è sicuramente un passaggio ancora attuale.

Quel che purtroppo, rispetto agli anni ’70, fa ancora fatica a cambiare, è che il corpo femminile è ancora un campo di battaglia. Come ci vestiamo, come parliamo, le scelte che facciamo sono ancora oggetto di giudizi indesiderati e inopportuni. Con una differenza sostanziale: oggi c’è internet.

Figlie adolescenti: i pericoli

Crescere figlie adolescenti nel 2024 è più pericoloso che negli anni ’70? Forse no, eppure i pericoli ci sembrano moltiplicati. I genitori di oggi si trovano per la prima volta ad affrontare un fenomeno che la precedente generazione non ha mai incontrato. Il naturale desiderio di mostrarsi si è modificato e soprattutto sono cambiati i luoghi in cui esprimersi.

Come affrontare il tema dell’abbigliamento di una figlia adolescente senza moralismi e eccessivi divieti?

Come sempre, parlare con gli adolescenti è la strada giusta. Osserviamo con paura l’eccessiva sessualizzazione delle pre-adolescenti / adolescenti (a volte, addirittura bambine) e la risposta istintiva è quella di volerle proteggere a ogni costo. Ma il rischio concreto è quello di infantilizzarle e non comunicare con loro, portandole a chiudersi sempre di più con gli adulti di riferimento. Quando parliamo del corpo delle figlie adolescenti è molto importante che queste siano consapevoli e sentano di avere voce in capitolo. Può essere difficile anche per noi adulti: alcuni discorsi ci imbarazzano e fanno paura (e non sappiamo da dove cominciare). È assolutamente normale, nessuno ci ha abituati a discutere di queste tematiche. Proprio per questo, come generazione, abbiamo una grande responsabilità: provare a creare un canale comunicativo su questi argomenti.

La lunghezza dell’abito di un’adolescente? Dipende… dalla sua testa.

shorts estate minigonna ragazza figlia adolescente madeleine h
Il tema dell’abbigliamento e dell’espressione di sé stessi può anche essere una grande occasione per conoscere più a fondo i nostri figli, i loro gusti e i loro desideri, ma anche le loro paure e preoccupazioni. Può anche essere un’occasione utile per parlare di consenso e di come sia fondamentale esercitarlo e rispettarlo sul proprio corpo e su quello altrui.

Quello in cui gli abiti si accorciano può trasformarsi in un momento di scontro, ma ciò che non deve mai mancare è la consapevolezza che loro stanno conoscendo il loro corpo in una delicatissima transizione infanzia-vita adulta. Desiderare indossare la minigonna è qualcosa di estremamente normale, ma si può discutere con loro dell’immagine della donna e di come ci siano diversi “sguardi” attraverso i quali viene guardato il corpo femminile (ma non solo). E cercare di ragionare su come la consapevolezza del proprio corpo sia un percorso profondo sia interiore che sicuramente influenzato dall’esterno. Sono discorsi che, per quanto faticosi e a volte dolorosi, sono anche molto emozionanti, per loro e per noi: accompagnarli in questo viaggio è un vero privilegio.

Tata Emma

Milanese Doc! La nostra Tata Emma è una psicologa esperta di bambini e non solo...

Ancora nessun commento

Rispondi

La tua email non sarà mostrata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.